Nascerà a Bologna OPEN M. Centro per la conoscenza e la cultura

OpenM BolognaOra è ufficiale: anche Bologna avrà una sua città della scienza, un luogo che avvicinerà grandi e piccoli alla cultura scientifica e che aprirà le menti ponendosi come obiettivo la diffusione della cultura scientifica, tecnologica e umanistica.
È ormai raggiunto l’obiettivo della Fondazione Marino Golinelli che da 25 anni lavora e progetta iniziative innovative per rendere la scienza materia di tutti, a partire dalla scuola per arrivare al grande pubblico.

È stato infatti presentato il 22 novembre presso l’aula Magna Santa Lucia di Bologna il centro per la conoscenza e la cultura OPEN M(ind) “Esterno locale, interno globale”, questa la visione che ha guidato la progettazione dell’edificio che diverrà una metafora concreta di una Città “Smart” che cresce e si sviluppa guardando al futuro, ad un mondo globale, e portandosi in dote il bagaglio millenario della propria storia e della propria cultura.
Open Mind sorgerà nei pressi di una vecchia area industriale ormai dismessa in via Paolo Nanni Costa (una porzione dell’insediamento ex Sabiem, di fronte ai “Prati di Caprara”) restituendola, finalmente, alla cittadinanza.

La Fondazione Marino Golinelli trasferirà in OPEN M i propri uffici che costituiranno il vero e proprio organo direzionale del Centro e saranno posti, come una piccola “casa delle istituzioni cittadine”, nel cuore della struttura. Il Life Learning Center (LLC), attualmente in via della Beverara, si trasferirà in OPEN M con tutte le attività laboratoriali e didattiche e raddoppierà i suoi spazi; LLC sarà a contatto con l’Auditorium che diventerà la sede principale delle attività formative del Polo di Bologna/Regione Emilia-Romagna, realizzato in collaborazione con l’Accademia dei Lincei e facente parte del programma nazionale di formazione per gli insegnanti delle scuole di FMG; l’edificio si configurerà come un’architettura dalla forma iconica e allusiva del rapporto tra educazione, formazione, cultura, pedagogia e scienza grazie al particolare sistema di captazione e regolazione della luce naturale e agli spazi interni estremamente flessibili.
In OPEN M sarà anche installato un nuovo spazio di START – Laboratorio di culture creative, che andrà ad aggiungersi nel 2015 allo START di Piazza Re Enzo, destinato ad accogliere le attività dei giovani dai due ai tredici anni di età e si troverà nel secondo edificio del complesso, a contatto diretto con l’ingresso principale e a fianco di un patio protetto da una struttura in legno e vetro. START sarà caratterizzato da un volume accessibile da ogni lato e diverso da ogni angolazione, stimolando la fantasia dei propri “piccoli” utenti.

Gli spazi di “EUREKA. Trust in future” saranno posizionati al confine nord del complesso e serviranno da infrastruttura al lavoro per gli acceleratori delle idee progettuali dei giovani delle scuole, di realtà para-imprenditoriali e di start-up emergenti, mantenendosi in una posizione di comunicazione e allo stesso tempo di indipendenza rispetto alle altre funzioni del Centro. EUREKA rappresenta il cantiere delle idee innovative, metafora delle imprese e delle infrastrutture architravi produttive di una Città che cambia, cresce e si sviluppa dando segnali di progresso verso un futuro di innovazione.

Condividi:
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Twitter
  • Digg
  • Sphinn
  • Mixx
  • LinkedIn
  • MSN Reporter
  • MySpace
  • RSS
  • Technorati
  • Yahoo! Bookmarks
  • Print

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione ne consentirai l'utilizzo maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi