CS Boom di presenze per la 10° edizione della Notte Europea dei Ricercatori

Boom di presenze per la 10° edizione della Notte Europea dei Ricercatori: 60.000 visitatori tra Roma e Frascati e le 8 città italiane 40.000 presenze durante la ‘Notte’

DREAMS realizza il sogno della Scienza in piazza. Tra le novità il SAPERmercato, istallazione urbana del SAPERmercato

Maratona di appuntamenti tra Roma e Frascati, Trieste, Bologna, Milano, Ferrara, Bari, Cagliari, Pavia e Pisa

Si è conclusa con grande successo la decima edizione della Notte Europea dei Ricercatori, l’evento promosso dall’Unione Europea, dedicato alla Scienza e alla sua divulgazione. Una festa che ha visto coinvolti 60.000 visitatori tra Roma, Frascati e 8 città italiane, con un record di oltre 40.000 presenze nella sola Notte.

In Italia il primo progetto classificato in Europa, DREAMS ha dato vita ad una lunga maratona di circa 300 eventi distribuiti su tutto il territorio nazionale, che è iniziata il 20 Settembre con la Settimana della Scienza e si è conclusa con la Notte Europea dei Ricercatori.

Il progetto pensato e realizzato dall’Associazione Frascati Scienza con il supporto dei più importanti istituti di ricerca e atenei italiani (ASI, CNR, ENEA, EGO VIRGO, ESA-ESRIN, INAF, INFN, INGV, con Sapienza Università di Roma, Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” e Università Roma Tre) e con il sostegno dell’Unione Europea, ha coinvolto infatti diverse città italiane, Roma e Frascati, Trieste, Bologna, Milano, Ferrara, Bari, Cagliari, Pavia e Pisa.

L’INFN è stato main partner della manifestazione con ben otto sedi interessate dall’iniziativa.

Tra le attività proposte: laboratori scientifici, esperimenti interattivi per bambini, convegni, incontri con ricercatori e visite guidate nei più importanti Centri di Ricerca italiani, ed ancora, osservazioni del cielo e appuntamenti dedicati alla sostenibilità, tema centrale della Notte Europea dei Ricercatori: il ricercatore che studia per ottenere cambiamenti e soluzioni concrete, il ruolo della diffusione della cultura scientifica e l’avvicinamento della ricerca al grande pubblico sono i concetti che hanno animato la manifestazione.

Tra le iniziative che hanno riscosso maggiore successo, c’è il “SAPERmercato”, uno spazio pubblico interamente ri-progettato con materiali eco-sostenibili, un luogo dove si sono alternati incontri, presentazioni di libri, esperimenti, video installazioni, laboratori didattici e il “kindergarten” scientifico. Ogni sera, fino a mezzanotte, il SAPERmercato è stato popolato da giovani ricercatori, affermati studiosi e musicisti che hanno avuto il merito di portare la scienza fuori dai laboratori.

Partner d’eccezione inoltre è l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù che, oltre alle consuete visite didattiche dei laboratori di ricerca e l’incontro con i ricercatori dell’area ha messo a disposizione i propri medici per avere informazioni e svolgere diversi test diagnostici gratuiti.

“Ringrazio vivamente gli Enti di Ricerca, le Università, le Istituzioni e tutto lo staff di Frascati Scienza che hanno collaborato e contribuito alla grandissima riuscita di questa decima edizione della Notte Europea dei Ricercatori. La crescente partecipazione dimostra che qualcosa sta cambiando e che la ricerca è sempre di più un bene sentito e condiviso”. – Ha dichiarato Giovanni Mazzitelli, Presidente di Frascati Scienza.

La Notte Europea dei Ricercatori è un progetto promosso dalla Commissione Europea, coordinato e realizzato da Frascati  Scienza in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e Politiche Giovanili della Regione Lazio, Comune di Frascati, ASI, CNR, ENEA Frascati e Casaccia, EGO VIRGO, ESA-ESRIN, INAF Osservatorio Astronomico di Roma, INAF-Istituto di Astrofisica e Planetologia Spaziali e INAF Bologna, INFN Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Ferrara, Frascati, Milano, Pavia, Pisa, Roma e Trieste, con Sapienza Università di Roma e il Dipartimento di Management, Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” e Università Roma Tre, Explora il Museo dei Bambini di Roma.

L’evento vede la partecipazione, in qualità di partner di Frascati Scienza, di INGV, Telethon, Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, G.Eco, Associazione Tuscolana di Astronomia (ATA), Accatagliato, Associazione Arte e Scienza, Istituto Salesiano Villa Sora, Gruppo Astrofili Monti Lepini, Associazione Culturale Chi sarà di scena.

Altri partner: Museo Tuscolano delle Scuderie Aldobrandini, Native, Consorzio tutela denominazione Vini Frascati, STS Multiservizi, Sotacarbo, Eataly, Associazione Eta Carinae,  Associazione Tuscolana Amici di Frascati, L.U.D.I.S, Dipartimento Interateneo di Fisica “M.Merlin” dell’Università degli Studi di Bari, UNIBO, CINECA, ARPA, Liceo SABIN, Università degli studi di Cagliari, Liceo Scientifico Pacinotti, Università degli Studi di Pisa, Ludoteca Scientifica di Pisa, Università degli studi di Ferrara, Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia di Milano, Dipartimenti di Fisica – Università degli studi di Pavia, Università degli studi di Pavia, Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica (CNAO), Istituto Universitario di Studi Superiori (IUSS), Università dei Studi di Trieste, VeneziePost, Comune di Trieste, Università di Sassari, Astronomitaly, CREA-CMA.

Con il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, del MIUR, della Regione Lazio, di Roma Capitale, della Città Metropolitana di Roma Capitale, di Expo Milano 2015, del Comune di Monte Porzio Catone e del Parco Regionale dei Castelli Romani, Comune di Bologna, Comune di Pavia.

Funded by the European Commission’s Research and Innovation Framework Programme H2020 (2014-2020) by the Marie Skłodowska-Curie actions. Directorate-General for Education and Culture. European Commission under Grant Agreement No. 633230

 

Condividi:
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Twitter
  • Digg
  • Sphinn
  • Mixx
  • LinkedIn
  • MSN Reporter
  • MySpace
  • RSS
  • Technorati
  • Yahoo! Bookmarks
  • Print