Sostenibilità e responsabilità civile: il confronto tra un ricercatore e un filosofo

Sono molte le contraddizioni legate alla sostenibilità e al suo rapporto con la responsabilità civile e la tecnologia e ricerca scientifica. Spesso si chiede alla scienza di trovare nuove soluzioni energetiche, tralasciando però i ritmi e le regole della Natura, che governano le risorse disponibili per l’uomo.11391199_883173731757332_1152356265495366986_n

Pensiamo soltanto ad alcuni dati oggettivi, che slegati tra loro sembrano sostenere teorie energetiche diverse e contrapposte:

1 kWh è il lavoro di un uomo in 5 ore, al costo di almeno 50 euro;

1 kWh elettrico ha un valore di 17 centesimi, l’equivalente di un lavaggio in lavatrice;

1 kWh si produce con 1 mq di pannelli solari, in 5 ore circa di una giornata di sole;

1 kWh è prodotto da 1 bicchiere di benzina, circa 250 mt in auto;

1 kWh è contenuto in un granello di polvere di Uranio.

Ogni volta che pensiamo all’energia e al suo utilizzo, non riusciamo a comprendere le sfaccettature e i coinvolgimenti umani, ambientali, economici e sociali che essa comporta.

Quest’anno il tema della Notte Europea dei Ricercatori 2015 sarà la sostenibilità a tutto tondo, affrontata da ogni suo punto di vista. Il 22 settembre dalle 21:30 durante il seminario-spettacolo È come chiedere alla zappa di non colpirti i piedi Giovanni Mazzitelli ricercatore INFN e presidente di Frascati Scienza e T. Saccucci, filosofo e scrittore, potranno confrontarsi e contaminarsi a vicenda discutendo di entropia, termodinamica e del loro legame con l’energia, l’ambiente, la società e l’economia.

Ad accompagnarli i Fidena Jazz Quartet – Aurelio Tontini (tromba), Fabrizio Camera (pianoforte), Carlo Ligi (contrabbasso)
voce narrante: Daniela Ferrucci (INFN e Chi sarà di Scena).
L’apertura sarà invece affidata a Cristina Vaccarezza (voce), Elena Laurenti (violino), Sandro Gallo (chitarra), Sergio Rossi (tastiere), Carlo Ligi (contrabbasso)

Pensare in modo sfidante, fantasioso e creativo è il compito dei ricercatori, per ricercare nuove soluzioni, ma anche dei cittadini e delle istituzioni, per rendere queste soluzioni sostenibili a 360° gradi e assumersi tutti quanti le proprie responsabilità.

Condividi:
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Twitter
  • Digg
  • Sphinn
  • Mixx
  • LinkedIn
  • MSN Reporter
  • MySpace
  • RSS
  • Technorati
  • Yahoo! Bookmarks
  • Print

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione ne consentirai l'utilizzo maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close