Intervista a Silvia Martellotti

Silvia Martellotti è una giovanissima assegnista di ricerca presso i Laboratori Nazionali di Frascati dell’Istituto di Fisica Nucleare. Il suo campo di studi è la fisica sperimentale delle particelle elementari, ambito che, grazie al suo dottorato, l’ha già portata a fare esperienza a Stanford.

Oggi fa parte del team di ricerca impegnato su NA62. Si tratta di un progetto che si svolge nella North Area (da qui il nome) del CERN. L’esperimento NA62 è finalizzato a trovare un decadimento particolarmente raro di una particella chiamata kaone. Secondo il modello standard, l’impianto teorico principale della fisica delle particelle, solo una volta su 10 miliardi, il kaone decade – semplificando potremmo dire “muore e si trasforma” – in altre particelle che sono un pione positivo un neutrino e un antineutrino. Trovare una frequenza maggiore di questo decadimento significa che – spiega Silvia – “saremmo in presenza di una fisica differente”. Uno stimolo all’elaborazione di nuove teorie.

Della ricerca ci dice: “È uno stimolo costante alla propria curiosità. Ogni volta si affronta un problema differente e per questo è quanto di più lontano dalla noia si possa immaginare

Condividi:
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Twitter
  • Digg
  • Sphinn
  • Mixx
  • LinkedIn
  • MSN Reporter
  • MySpace
  • RSS
  • Technorati
  • Yahoo! Bookmarks
  • Print

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione ne consentirai l'utilizzo maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close