Ci vuole un “fisico” bestiale per la Notte dei Ricercatori 2016

Tutti i migliori appuntamenti dell’INFN alla Notte Europea dei Ricercatori sparsi nella penisola

L’INFN, l’acronimo che sta per Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, è l’ente pubblico di ricerca che in Italia si occupa dello studio della materia, della sua nascita e composizione, delle leggi che la governano.

EXTREME_MOSTRA-660x330

Costituito nel 1951 dalle Università di Roma, Padova, Torino e Milano con lo scopo di proseguire le ricerche teoriche e sperimentali di fisica nucleare di Enrico Fermi, negli anni successivi progetta e costruisce il primo acceleratore italiano, l’elettrosincrotrone realizzato a Frascati dove è nato anche il primo Laboratorio Nazionale dell’Istituto.

Nello stesso periodo è iniziata la partecipazione dell’INFN alle attività di ricerca del CERN, il Centro europeo di ricerche nucleari di Ginevra, per la costruzione e l’utilizzo di macchine acceleratrici sempre più potenti.

Oggi l’ente conta circa 5000 scienziati di livello internazionale, al lavoro non solo nei laboratori europei, ma nei centri di ricerca di tutto il mondo. Solo per citare alcuni dei progetti che vedono impegnati i ricercatori dell’INFN… la progettazione e realizzazione di alcuni componenti di LHC, l’adroterapia (la cura dei tumori attraverso i protoni e gli ioni carbonio), la diffusione della GRID la rete di supercalcolo per finire con l’impegno costante in tantissimi eventi di promozione e diffusione della cultura scientifica per il largo pubblico.

A livello organizzativo, l’INFN vanta quattro Laboratori Nazionali, con sede a Frascati, Catania, Legnaro e Gran Sasso, che ospitano grandi apparecchiature e infrastrutture messe a disposizione della comunità scientifica nazionale e internazionale e una rete di 20 Sezioni e 8 Gruppi con sede in altrettanti dipartimenti di fisica universitari che garantiscono la stretta connessione tra l’istituto e le Università.

Per la Notte Europea dei Ricercatori 2016 coordinata da Frascati Scienza l’INFN propone interessanti attività in moltissime piazze di tutta Italia.

Qui di seguito una selezione degli appuntamenti davvero imperdibili!

BARI

La sezione barese dell’INFN propone per il 30 settembre una serie di laboratori per avvicinarsi alla scienza a partire dai suoi strumenti e dalla misurazione di quello che ci sta intorno. Gran finale sotto la volta stellata nella suggestiva terrazza del Fortino di Sant’Antonio Abate per ascoltare i racconti dei ricercatori e buona musica dal vivo.

CAGLIARI

I ricercatori di Cagliari propongono attività nei licei della città e aprono le porte ai laboratori con decine di laboratori e conferenze aperte a tutti.

CASERTA

All’interno dell’emiciclo della Reggia di Caserta installazioni di diverse postazioni dedicati agli spettri: la spettroscopia come strumento di conoscenza del mondo fisico.

CATANIA

I ricercatori della sezione siciliana dell’INFN hanno ideato laboratori a partire dai fumetti o da altri oggetti di uso quotidiano come il microonde o il telefonino per spiegare l’importanza della fisica e del suo studio. Tutto in piazza Università a Catania.

FERRARA

Esperimenti scientifici per i più piccoli e una mostra-percorso alla scoperta delle eccellenze della ricerca ferrarese dell’INFN saranno disponibili dalle 16,00 alle 23,00 presso il Polo degli Adelardi, in via Adelardi 33.

FIRENZE

Una pioggia di particelle nella Notte Europea dei Ricercatori! Gli scienziati dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare guidano il pubblico in un viaggio verso l’infinitamente piccolo. Brevi seminari, dibattiti, dimostrazioni pratiche.

FRASCATI

Come ogni anno i grandi Laboratori Nazionali di Frascati aprono le porte per la Notte Europea dei Ricercatori! Sarà possibile visitare l‘acceleratore Dafne, il rivelatore Kloe e AdA, il primo acceleratore di particelle-antiparticelle e i laboratori dove si tengono gli esprimenti, il tutto con guide d’eccezione: i ricercatori INFN che racconteranno curiosità e aneddoti sul mestiere dello scienziato.

Sempre alla sede dei Laboratori Nazionali di Frascati di via Enrico Fermi 40, saranno a disposizione dei più piccoli giochi scientifici e laboratori per avvicinarsi al mondo della scienza nella maniera migliore, divertendosi!

GENOVA

I ricercatori scendono nelle piazze… e si chiudono nei PUB! Sono previsti aperitivi scientifici in due birrerie della città. Gran finale al Palazzo Ducale alla ricerca del Bosone di Higgs

LECCE

In collaborazione con l’Università del Salento un percorso guidato e animato da ricercatori dell’INFN, indirizzato al pubblico, per spaziare dalla fisica delle interazioni fondamentali all”astrofisica, puntando l’attenzione sulle attività di ricerca svolte presso la locale Sezione INFN di Lecce

MILANO

Forte dell’apertura di una sezione dedicata alla fisica delle particelle al Museo della Scienza e della tecnologia di Milano, i ricercatori dell’INFN propongono visite guidate alla scoperta dei grandi misteri della fisica e si potrà toccare con mano il funzionamento della camera a nebbia allestita all’interno del museo.

NAPOLI

Il telescopio sotterraneo per la rivelazione dei raggi cosmici installato dall’INFN è il protagonista di un percorso espositivo-divulgativo dell’attivita’ di ricerca della sezione INFN di Napoli che si terrà all’interno della stazione metropolitana “Toledo”.

PAVIA

Laboratori aperti da lunedì 26 settembre fino alla grande conclusione della Notte dei Ricercatori di venerdì 30: sarà possibile visitare il LENA, il Laboratorio di Energia Nucleare Applicata che ospita un reattore nucleare, o il planetario morbido dentro al Museo per la storia dell’Università. In attesa delle attività che animeranno a colpi di scienza la Cupola degli Arnaboldi fino alla mezzanotte di Venerdì 30!

ROMA

Gli appuntamenti nella Capitale organizzati in collaborazione con l’INFN iniziano lunedì 26 settembre dando corpo alla Settimana della Scienza: conferenze, laboratori e dimostrazioni per grandi e piccini con lo scopo di far capire quanto la scienza fa parte della nostra vita quotidiana.

Tra gli eventi, segnaliamo presso la sezione INFN di Tor Vergata A caccia di onde… gravitazionali mentre presso la sezione di Roma tre prende vita La caccia alle particelle.

TRIESTE

Sarà possibile visitare i laboratori della sezione di Trieste, accompagnati dai ricercatori, e capire a quale punto è la ricerca sulle particelle.

 

 

Condividi:
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Twitter
  • Digg
  • Sphinn
  • Mixx
  • LinkedIn
  • MSN Reporter
  • MySpace
  • RSS
  • Technorati
  • Yahoo! Bookmarks
  • Print

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione ne consentirai l'utilizzo maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi