I supercomputer del CINECA alla Notte Europea dei ricercatori

È uno dei centri di calcolo più famosi in Europa, tra i primi nel Mondo e si trova in Italia, con sede a Casalecchio di Reno, in provincia di Bologna. È il Consorzio Cineca, nuovo partner 2016 della Notte Europea dei Ricercatori di Frascati Scienza. La sua prima attività istituzionale è il cosiddetto SUPERCALCOLO, un sistema di calcolo scientifico ad altissime prestazioni, messo al servizio dei ricercatori degli enti accreditati.

Cineca-Marconi-Super-PC-3

Questa specializzazione nel supercalcolo è valsa a Cineca l’inserimento nella classifica dei supercomputer più potenti al mondo, la Top500. Questi sistemi richiedono un livello di professionalità, tecnologie e infrastrutture anche architettoniche in continuo aggiornamento, per consentire ai ricercatori italiani, sia pubblici che privati, di disporre di risorse adeguate per competere a livello internazionale.

Sono due le principali applicazioni delle procedure Cineca di supercalcolo: nella ricerca pubblica e privata di frontiera e nella ricerca e sviluppo industriale, ambito nel quale il supercalcolo rende possibile l’ottimizzazione di tempi e costi per la progettazione e messa in filiera di nuovi prodotti.

Il Cineca nasce nel 1969 come consorzio interuniversitario allo scopo di promuovere l’utilizzo dei più avanzati sistemi di elaborazione dell’informazione. I suoi ricercatori, da oltre cinquant’anni, raccontano e utilizzano la filiera della scienza e della conoscenza, assecondando l’evoluzione dei sistema di calcolo ed elaborazione dei dati e utilizzandola per risolvere di volta in volta problemi sempre maggiormente complessi.

Gli eventi del CINECA alla Notte Europea dei Ricercatori di Frascati Scienza si terranno entrambi al SAPERmercato di Frascati. Due conferenze indicate per il 4 e 5 anno della scuola secondaria di secondo grado tutte dedicate al supercalcolo.

Ma cos’è il supercalcolo? E a cosa serve?

La simulazione permette di avere informazioni scientifiche quando l’esperimento fisico non è disponibile magari perché impossibile da realizzare. Ma è ugualmente importante anche quando l’esperimento è fattibile perchè con la simulazione si possono preventivamente escludere tutte quelle ipotesi che risultano inefficienti o scientificamente poco rilevanti, con un discreto risparmio di risorse anche economiche.

Ma perché si possa realizzare un “esperimento numerico” abbiamo bisogno dei supercalcolatori!

In  terremoti e clima e la chimica computazionale sarà possibile scoprire perché sono importanti le simulazioni numeriche e perché sono essenziali i supercomputer per poterle realizzare.

 

Condividi:
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Twitter
  • Digg
  • Sphinn
  • Mixx
  • LinkedIn
  • MSN Reporter
  • MySpace
  • RSS
  • Technorati
  • Yahoo! Bookmarks
  • Print

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione ne consentirai l'utilizzo maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi