La Notte Europea dei Ricercatori è alle porte: tutti gli eventi ufficiali in Italia

Il prossimo 30 Settembre in più di 50 città italiane e in circa 300 città in tutta Europa i ricercatori scendono in piazza e diventano protagonisti con migliaia di eventi volti ad avvicinare il grande pubblico ai temi della scienza e della ricerca scientifica. La Notte Europea dei Ricercatori è una iniziativa che nasce nel 2005 per volere della Commissione Europea nell’ambito delle Marie Skłodowska-Curie Actions, un programma della UE con l’obiettivo di promuovere le carriere dei ricercatori in Europa e, negli anni ha riscosso un sempre maggiore successo di pubblico e attenzione mediatica.

Schermata 2016-09-21 alle 19.42.22

Nel nostro Paese sono sei le iniziative ufficialmente finanziate dalla EU che svilupperanno ognuna una tematica specifica diversa.

Sotto l’acronimo BRIGHT: “Brilliant Researchers Impact on Growth Health and Trust in research” (I ricercatori di talento hanno un impatto sulla crescita, la salute e la fiducia nella ricerca) rientrano gli eventi che si svolgeranno nel centro storico delle molte città toscane. Chi parteciperà, potrà parlare direttamente con i ricercatori, apprezzarne la competenza e la passione, e ascoltare dalle loro parole l’impatto positivo che i risultati del loro lavoro hanno sulla qualità della vita. L’obiettivo che si prefissa BRIGHT è di accrescere la consapevolezza dell’importanza del ruolo dei ricercatori nel risolvere le grandi sfide del futuro, quali salute e benessere, nuove tecnologie, sviluppo sostenibile, la conoscenza dei fenomeni naturali e della nostra eredità culturale. Tra le varie iniziative spicca “Incontra la scienza all’orto botanico”, una serie di mini conferenze divulgative tenute da ricercatori esperti in svariate discipline, presso il Giardino dei Semplici di Firenze.

CLoSER “Cementing Links between Science&society toward Engagement and Responsibility” (Cementare ponti tra la scienza e la società attraverso l’impegno e la responsabilità ) è il nome sotto il quale vanno le iniziative che avranno luogo nelle città del Piemonte e della Valle d’Aosta. L’obiettivo di CloSER è di incoraggiare cittadini e ricercatori di tutte le età a progettare insieme un futuro sostenibile e abbraccia in toto i valori promossi dalla Responsible Research and Innovation (RRI). La RRI mette in connessione scienza e società offrendo l’opportunità di coltivare un interesse comune e di impegnarsi in un dialogo sull’impatto della scienza nella società contemporanea per progettare insieme un futuro sostenibile, eticamente accettabile e socialmente desiderabile.

Nella città di Bolzano andrà in scena LUNA (La lUnga Notte della ricercA) all’insegna del tema “The Big Picture”. La ricerca spacca il capello con indagini minuziosissime, ma deve poi anche fornire un’immagine a 360° dei cambiamenti che stanno avvenendo e di cosa ci aspetterà in futuro. I ricercatori racconteranno come possono aiutare a capire meglio il mondo e fornire soluzioni concrete per fronteggiare problemi globali, anche in una piccola regione. Dal palco dell’auditorium dell’ EURAC Research il conduttore TV Patrizio Roversi e il fisico Bartolomeo Ventura accompagneranno il pubblico in un viaggio fantastico, ma non del tutto, tra scienza e mondo del fumetto. Cercando di rispondere alla domanda: “Saremo tutti supereroi?”.

Made in Science è invece il tema dell’iniziativa portata avanti da Frascati Scienza e che coinvolge il maggior numero delle città italiane partecipanti. Con Made in Science si intende la scienza come “marchio di fabbrica”, e quindi, garanzia di eccellenza della ricerca volta a migliorare la vita quotidiana, nonché simbolo della qualità e prestigio per il nostro Paese. Come il Made in Italy è il simbolo del nostro Paese, Made in Science sarà l’immagine con la quale le migliaia di ricercatori partecipanti comunicheranno alla società i valori della scienza. Un programma nutritissimo quello messo in mostra da Frascati Scienza con 32 città e 370 eventi tra spettacoli, workshop e laboratori. Aperitivi scientifici, conferenze, laboratori e giochi, mostre,‘science trips’, visite nei centri di ricerca e spettacoli e grande attenzione come ogni anno alle scuole di ogni ordine e grado. La maggior parte degli eventi sono organizzati dai maggiori enti di ricerca nazionali (ASI, CNR, CINECA, ENEA, ESA-ESRIN, INAF, INFN, INGV, ISS, GARR, ISPRA, CREA, Sardegna Ricerche), dalle migliori università della Penisola (Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” e Università degli Studi Roma Tre, Università LUMSA di Roma e Palermo, Università di Cagliari, Università degli studi di Cassino e del Lazio Meridionale, Università di Parma, Università Politecnica delle Marche, Università di Sassari, Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia).

La Notte Europea dei Ricercatori a Perugia, Ancona, Cascina, L’Aquila e Palermo prende il nome di SHARPER (Sharing Researchers’ Passions for Excellence and Results) ovvero, condividere la passione dei ricercatori per l’eccellenza ed i risultati. SHARPER vuole raccontare il desiderio che accomuna ricercatori e cittadini di raggiungere risultati di eccellenza che Piazza_San_Pietromigliorino la qualità della vita di ognuno. SHARPER racconta le passioni comuni a ricercatori e pubblico e attraverso queste, crea un’occasione d’incontro e conoscenza del mondo della ricerca. Tutti i cittadini che avranno l’occasione di confrontarsi con le sfide dell’innovazione e l’impatto della ricerca sulla società. SHARPER si rivolge inoltre ai giovani studenti appassionati di scienza e tecnologia che desiderano conoscere il mondo della ricerca come possibile percorso professionale. Sarà proposto un insieme di spettacoli, incontri e caffè scientifici, performance tra arte e scienza, giochi di ruolo e appuntamenti conviviali animati da ricercatori ed esperti comunicatori. Ad Ancona sarà possibile ammirare gli strumenti, I materiali e mezzi per condurre la ricerca nelle terre estreme come l’Antartide.

In Emilia Romagna, avrà luogo il progetto SOCIETY (“In Search of Certainty – Interactive Event To inspire Young people” (Alla ricerca di eventi interattivi per ispirare i giovani) che si pone come obiettivo di presentare la ricerca quale uno dei migliori e più efficaci strumenti per raggiungere soluzioni ed idee innovative utili ad affrontare le sfide che la società deve affrontare e portando così ad un tangibile miglioramento nella qualità della vita quotidiana. SOCIETY è pensato per raggiungere il pubblico più ampio con una particolare attenzione agli studenti degli istituti di formazione secondaria superiore e agli aspetti di genere per incoraggiare la presenza femminile nelle carriere di ricerca.

I preparativi sono in fermento, per non perdere nessuna informazione riguardante gli eventi più vicini a voi, visitate il sito: http://www.nottedeiricercatori.it/

 

articolo redatto da Riccardo Biondi

 

 

Condividi:
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Twitter
  • Digg
  • Sphinn
  • Mixx
  • LinkedIn
  • MSN Reporter
  • MySpace
  • RSS
  • Technorati
  • Yahoo! Bookmarks
  • Print

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione ne consentirai l'utilizzo maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi