L’Università di Cagliari alla Notte Europea dei Ricercatori

Tra le più antiche università italiane, l’ateneo di Cagliari fu fondato nel 1620 da Filippo III di Spagna per divulgare gli insegnamenti di filosofia, teologia, legge, medicina. Nel 1859 viene inaugurato l’orto botanico e la stazione biologica, arricchendo di opportunità formative il territorio sardo, sino al 1900 quando vengono costruite le attuali sedi utilizzate da studenti e docenti, a partire dagli anni ‘30: le facoltà di magistero, farmacia e ingegneria mineraria; nel secondo dopoguerra: lettere e filosofia, la cittadella dei musei e la casa dello studente e negli anni ‘80 è stata progettata la nuova città universitaria e il policlinico.

UNICAGLIARI

Le facoltà e specializzazioni sviluppate nell’ateneo sardo sono una prova ulteriore, come in molti altri casi, di quanto la ricerca in tutti i campi e le discipline seguano la vita quotidiana, approfondendo le necessità di un territorio e concedendo nuove opportunità. La specializzazione mineraria e geologica sono un esempio di questo, così come gli ambiti biologici e letterari.

Parte della mission dell’ateneo è alimentare il processo di produzione di valore e di crescita della Sardegna, offrendo ricerca di alta qualità, standard di formazione a livelli europei e opportunità di crescita economica e sociale per l’isola sarda.

Anche l’Università di Cagliari (in collaborazione con INFN Cagliari) offre visibilità alla Notte Europea dei Ricercatori organizzata in partnernariato con Frascati Scienza. Gli eventi a cartellone afferiscono alle discipline fisiche, astronomiche e geologiche, come nella tradizione dell’ateneo sardo.

Il 30 settembre sono previsti 4 eventi, a partire dalle ore 16 Vulcani, rocce e minerali, fenomeni e forme dedicato alle scuole primarie, alla scoperta delle scienze che studiano il nostro Pianeta dal punto di vista del suolo e dall’interno più profondo. I ragazzi potranno annusare, toccare e sperimentare le rocce di cui è composto il proprio territorio e le loro proprietà fisiche e chimiche in un laboratorio interattivo. Più tardi, verso l’ora dell’aperitivo e per tutta la serata: La meraviglia della fisica, un viaggio reale e virtuale attraverso i laboratori di fisica nucleare dell’INFN di Cagliari. Dalle 19.30 alle 21 la conferenza L’esistenza degli dei, per scoprire se davvero siamo soli nell’Universo e se esistano delle forme viventi quasi divine, che creano il resto degli individui a loro immagine e somiglianza. E dalle 21 alle 22 Dal Sole alle galassie: alla scoperta dell’Universo, un viaggio nel tempo e nello spazio attraverso un telescopio, per osservare il Cosmo e conoscerlo più da vicino.

Inoltre durante la settimana e la “Notte” sono previste conferenze organizzate dall’Università e da INFN Cagliari in diverse scuole superiori a Selargius, Quartu Sant’Elena e Villasor. Segnaliamo Volo con poco: la fisica delle macchine volanti. La storia del successo del Flyer I dei fratelli Wright ci condurrà alla deduzione delle leggi e delle grandezze fisiche coinvolte nel fenomeno del volo. L’attività sarà animata con esperimenti, dimostrazioni e materiale multimediale.

Tutti gli eventi dell’Università di Cagliari sono visibili qui 

 

Condividi:
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Twitter
  • Digg
  • Sphinn
  • Mixx
  • LinkedIn
  • MSN Reporter
  • MySpace
  • RSS
  • Technorati
  • Yahoo! Bookmarks
  • Print

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione ne consentirai l'utilizzo maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi