Torna la Notte Europea dei Ricercatori 2017

Il prossimo venerdì 29 settembre 2017 torna la Notte Europea dei Ricercatori e, ancora una volta, Frascati Scienza sarà in prima linea nella sua organizzazione.

Una storia lunga 12 anni

Tutto nasce nel 2003, quando su iniziativa della Commissione Europea gli Stati Membri, le regioni e le singole città decidono di organizzare eventi che mettano in contatto i cittadini e i ricercatori stessi, direttamente nelle piazze, per fare capire cosa sia veramente la ricerca, a cosa serva e come sia il lavoro del ricercatore. La prima edizione si è tenuta nel 2005 e da allora il progetto si è ampliato sempre di più con un successo dopo l’altro fino all’edizione 2016 che ha visto la partecipazione di migliaia di ricercatori in circa 300 città europee, molte delle quali in Italia.

L’Italia ricopre un ruolo importante in questa manifestazione con ben cinque progetti che hanno ricevuto il finanziamento dalla Commissione Europea e organizzano la manifestazione in più di 50 città sparse in lungo e in largo per la Penisola: Bright, Closer, Luna, Made in Science, Sharper e Society. Tutti gli eventi rientrano nella azione Marie Sklodowska-Curie del programma Horizon 2020

Perché una Notte dei Ricercatori?

L’obiettivo di questa giornata è innanzitutto avvicinare i ricercatori ai cittadini di tutte le età e sottolineare l’importanza e l’impatto positivo della ricerca nella vita quotidiana. Sarà anche un’occasione per parlare con i più giovani e convincerli che la carriera scientifica è un’opzione interessantissima e affascinante. “La manifestazione – sostiene Colette Renier, Coordinatrice della European Researchers’ Night presso la Commissione europea – è ormai un appuntamento fisso. Il suo effetto positivo è così potente che nell’ottica della futura call per il 2018-2019 si pensa a una durata più lunga dell’evento (fino al sabato sera), nonché a un aumento del bilancio globale dedicato all’azione che potrebbe passare da 8 a 12 milioni per due anni”.

La Notte Europea dei Ricercatori 2017 di Frascati Scienza

La manifestazione organizzata da Frascati Scienza quest’anno si terrà venerdì 29 settembre e come per lo scorso anno avrà come tema il Made in Science inteso come marchio che distingue la qualità, l’eccellenza e l’importanza della ricerca italiana per una scienza vista come vera e propria ‘filiera della conoscenza’, capace di produrre e distinguersi per eccellenza, qualità, creatività, affidabilità, transnazionalità, competenze e responsabilità.

Gli eventi però inizieranno già il 23 settembre e termineranno sabato 30 settembre, per una intera settimana di eventi scientifici, incontri con i ricercatori, conferenze a tema e aperitivi scientifici.

Come gli anni scorsi, Frascati Scienza oltre a coordinare tutte le attività dell’area tuscolana, zona della Regione Lazio che presenta molte delle infrastrutture di ricerca più importanti d’ Italia e d’ Europa, sarà presente in tantissime città da nord a sud della Penisola, isole comprese. Durante gli eventi i visitatori potranno sperimentare, discutere, giocare e perfino affrontare i ricercatori in quiz e competizioni. Un modo per scoprire la ricerca e i ricercatori, definiti da Colette persone ordinarie con un lavoro straordinario.

La Notte Europea dei Ricercatori di Frascati Scienza è finanziata dalla Commissione Europea nell’ambito della call MSCA-NIGHT-2016/2017 (Grant Agreement No. 722952).

Condividi:
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Twitter
  • Digg
  • Sphinn
  • Mixx
  • LinkedIn
  • MSN Reporter
  • MySpace
  • RSS
  • Technorati
  • Yahoo! Bookmarks
  • Print

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione ne consentirai l'utilizzo maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi