Notte Europea dei Ricercatori 2017: gli eventi di Cave

Il 29 settembre torna la Notte Europea dei Ricercatori, la grande manifestazione organizzata da FrascatiScienza per mettere a contatto i cittadini con la scienza e con i ricercatori. Decine le città partecipanti e tantissimi gli eventi (clicca qui per consultare il programma completo).

Dal 25 al 29 settembre anche Cave parteciperà alla manifestazione. Il piccolo comune del Lazio ha organizzato, in occasione di questa manifestazione, numerosi eventi aperti a tutti e alcuni rivolti in particolar modo alle scuole. Un po’ come a Frascati, non ci sarà quindi solo la “Notte” il 29 settembre, ma un’intera settimana di attività che partirà lunedì 25 settembre; tutti gli eventi sono stati realizzati in collaborazione con la Regione Lazio.

Iniziamo con gli eventi per le scuole: tutti e 5 i giorni, dalle 9.30 alle 12.30 in piazza Santa Croce 9, si terrà il laboratorio “La cianotipia”, realizzato da Matita Entertainment. In quest’attività, rivolta a bambini e ragazzi dai 6 agli 11 anni, si parlerà di stampa chimica e in particolare di cianotipo, un’antica tecnica di stampa caratterizzata dal colore Blu di Prussia. Il laboratorio sarà uno spunto per parlare del procedimento chimico-fisico alla base di questa tecnica, ovvero l’ossidoriduzione e la sua attivazione attraverso luce solare o lampade. Sarà un modo per tornare indietro nel tempo e capire come si realizzano le immagini fotografiche (per questo evento la prenotazione è obbligatoria).

Per tutta la settimana, sempre in piazza Santa Croce, Matita Entertainment organizza anche “Scienzanimata”, un altro laboratorio, rivolto sempre a bambini e ragazzi dai 6 ai 19 anni, in cui si parlerà di… animazione! In questo evento verrà descritta l’evoluzione storica e tecnologica dell’animazione, dai primi tentativi di catturare il movimento in un unico disegno, risalenti alla preistoria, passando per il teatro delle ombre, il precinema e i “giocattoli ottici”, le tecniche di animazione “tradizionali”, fino ad arrivare alle moderne tecniche di animazione digitali. Le tappe saranno interattive e il visitatore avrà modo di sperimentare i vari modi di animare. Si parlerà anche di suono dell’animazione, partendo dal teatro antico, dai primi esperimenti di registrazione audio di fine ottocento, fino ad arrivare all’impiego delle più moderne tecnologie. Ma non è finita: i ragazzi potranno addirittura registrare veri e propri effetti sonori (la prenotazione è obbligatoria).

Da martedì 26 a giovedì 28, invece, sempre in Piazza Santa Croce andrà in scena l’evento “Topolino Comics & Science”, un appuntamento tutto particolare pensato per i ragazzi da 9 a 11 anni. In questo laboratorio il celebre topo disneyano incontrerà l’altrettanto celebre Albert Einstein, celebrando un felice (e singolare) matrimonio tra scienza e fumetto, nel nome della divulgazione scientifica di qualità. Scopo dei laboratori sarà creare due maxi-giornali “Topolino Express”: essi saranno composti da una cover disegnata, una tavola a fumetti e una doppia pagina con articoli giornalistici, accompagnati da una striscia a fumetti, il tutto a tema scientifico.

Gli eventi della settimana della scienza a Cave non saranno però rivolti solamente alle scuole. Il 29 settembre, infatti, dalle 15 alle 19 presso il Cantinone (parco di Villa Clementi, piazza Santa Croce 9) ci sarà la mostra per tutti, chiamata “Scienzanimata”. In questo percorso didattico lo spettatore verrà guidato attraverso le tappe fondamentali della storia dell’arte che hanno portato a essenziali scoperte nei riguardi della percezione e della rappresentazione dello spazio, del colore e del movimento. Sarà un viaggio interattivo in compagnia di artisti come Brunelleschi, Piero Della Francesca, Leonardo Da Vinci, ma anche Rubens, i post impressionisti Seraut e Signac, per arrivare al precinema ottocentesco, alla fotografia e al cinema d’animazione, fino alle moderne tecniche digitali. Il visitatore avrà a che fare con macchine prospettiche, camere oscure, giocattoli ottici e illusioni ottiche. Potrà inoltre cimentarsi nella stop motion e nelle varie tecniche di animazione, dalla tradizione alla digitale. Saranno visibili inoltre tre mostre: “Topolino comics & science”, un’esposizione di tavole del fumetto realizzata grazie alla collaborazione tra Disney e Cnr, “I cartoni animati di Quark: intervista a Bruno Bozzetto” e “Futuro Anteriore”, mostra dell’artista Fabrizio Spadini che mixa il linguaggio pittorico ottocentesco a elementi del cartone animato giapponese (per questo evento la prenotazione è consigliata).

La manifestazione si concluderà con “Gente di Cartoonia, speciale scienza”, uno spettacolo che si terrà il 29 settembre alle 18.30 presso il teatro comunale (Via G. Clementi 87, Cave) in cui si darà vita a un dibattito leggero ma rigoroso sui più attuali spunti scientifici, a partire dai cartoni animati e da come il mondo della fantasia ha nel tempo rappresentato la scienza. Sul palco ci saranno anche i Raggi Fotonici, una delle Cartoon Band più longeve e conosciute. Il risultato sarà un “Situation-Talk” con sceneggiatori, animatori, doppiatori, musicisti specializzati, programmatori ed esperti di robotica (per questo evento la prenotazione è obbligatoria).

Condividi:
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Twitter
  • Digg
  • Sphinn
  • Mixx
  • LinkedIn
  • MSN Reporter
  • MySpace
  • RSS
  • Technorati
  • Yahoo! Bookmarks
  • Print

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione ne consentirai l'utilizzo maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi