Da Hawking alle prime stelle dell’Universo in Coelum Astronomia di aprile

Forse potrà sembrare ovvio si parli di stelle in una rivista di astronomia, eppure, a ben guardare, la presenza della luce di quegli splendidi puntini luccicanti, che ogni notte “guardano” la Terra dall’alto, non è poi così scontata… In questo numero di Coelum Astronomia si parla di inquinamento luminoso, con riferimento al fatto che, effettivamente, c’è stato un lungo periodo, nel lontano passato del nostro Universo, in cui di stelle non c’era alcuna traccia. Si parla di un periodo talmente lontano da essere anche difficile da immaginare: l’alba del Cosmo.

Se si potesse raggiungere quel periodo, a bordo di una fantascientifica navicella spaziale, ciò che si potrebbe vedere non sarebbe altro che un fluido uniforme e indistinto di particelle e idrogeno, senza alcuna struttura oggi a noi familiare, come le galassie o le nebulose o, appunto, le stelle. Ma allora, quando sono nate le prime stelle?

Questa domanda, apparentemente banale, nasconde in realtà un enigma difficile da dipanare. Gli astronomi sanno come cercare la risposta, ma le difficoltà tecniche sono estreme, al punto da mettere alla prova anche le più sofisticate tecnologie oggi a disposizione. Tuttavia, un team di ricercatori sembra aver individuato quel flebile segnale che costituisce proprio la firma dell’accensione delle prime stelle. Si tratta quindi di un viaggio intrigante, all’alba dei tempi, con dei possibili risvolti in campi esotici della conoscenza, che coinvolgono – secondo alcuni ricercatori – niente meno che la famigerata materia oscura. È possibile trovare tutti i dettagli nell’articolo “La Firma delle Prime Stelle dell’Universo“, con i preziosi commenti degli esperti del settore.

E ancora stelle nell’articolo “I nomi delle Stelle” di Stefano Schirinzi: che origine hanno i nomi delle stelle? Esiste un nome ufficiale e riconosciuto a livello internazionale? E “Nuove Stelle” prese in flagrante in “Una supernova colta sul nascere“, per la prima volta è stato osservato e ripreso in modo amatoriale l’esatto momento in cui una stella si trasforma in supernova.

Parlando di stelle, non si può non pensare anche alla triste notizia della scomparsa del grande Stephen Hawking. Molto è stato detto in queste settimane, qui viene ricordato con la sua vita, le sue conquiste scientifiche ma anche con i suoi insuccessi che, inevitabilmente presenti nella vita di tutti, costituiscono importanti “mattoni della conoscenza”.
E ora lo si immagina proprio lì, tra quelle infinite stelle…

Articoli in evidenza – Coelum Astronomia n. 221 di aprile 2018

  • Addio Stephen Hawking, grazie di tutto! La vita, le scoperte e gli… insuccessi di una delle più grandi menti dei nostri tempi.
  • LA FIRMA delle PRIME STELLE dell’Universo. Un viaggio all’alba del nostro Universo, quando la luce delle prime stelle si è accesa e ha interagito con quanto le circondava, ma un viaggio anche, e sembra un ossimoro, alle prime tracce di materia oscura? Approfondiamo la notizia con i commenti degli esperti.
  • Una Supernova colta sul nascere. Di come un appassionato di caccia alle supernovae è riuscito a cogliere quell’istante sfuggito finora anche alla ricerca professionale.
  • I NOMI delle STELLE: da dove derivano e quali sono i nomi ufficiali delle stelle?
  • FRB Live! Un’infarinatura sugli sfuggenti Fast Radio Burst in vista di una diretta con Astronomiamo e Marta Burgay. Preparate le domande!
  • Novità dal Mercato. Torna la rubrica sulle principali novità del mercato della strumentazione amatoriale, da questo numero a cura di Riccardo Cappellaro.
  • E Tornano anche i Test di strumentazione amatoriale: Telescopio Dobson Omegon Push+.
  • L’osservazione amatoriale di PIANETI EXTRASOLARI, oggi (seconda parte).
  • ASTROFOTOGRAFIA: Venere incontra le Pleiadi
  • Incredibile e misteriosa aurora STEVE
  • Tutti gli appuntamenti con il CIELO di APRILE!
  • ISS da non perdere! I transiti principali questo mese particolarmente luminosi e spettacolari.
  • PHOTOCOELUM Le vostre migliori immagini del mese!
  • LA LUNA di aprile. Guida all’osservazione del cratere Janssen e della Vallis Rheita

Coelum Astronomia è gratuito per la lettura digitale su PC, tablet e smartphone ed è disponibile anche per il download in PDF. Leggilo online gratis: https://goo.gl/T7VAkz

Condividi:
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Twitter
  • Digg
  • Sphinn
  • Mixx
  • LinkedIn
  • MSN Reporter
  • MySpace
  • RSS
  • Technorati
  • Yahoo! Bookmarks
  • Print

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione ne consentirai l'utilizzo maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi