Imparare la finanza con la realtà virtuale

Consumi, debito, investimenti. L’andamento del mondo della finanza sempre frenetico e in evoluzione sembra sfuggire continuamente eppure è un settore in cui soprattutto i più giovani dovrebbero imparare a confrontarsi fin dalle scuole. Oggi, però, è possibile non rimanere più “alieni” di questo mondo grazie alla tecnologia. Come? Grazie all’iniziativa “Impariamo la finanza con la realtà virtuale!” è estremamente attuale ed è stata realizzata da Unitelma Sapienza in collaborazione con il Laboratorio di Realtà Virtuale Immersiva, da poco attivato presso la stessa università. Ragazzi delle scuole elementari, medie e superiori si possono così cimentare attraverso la realtà virtuale immersiva con quattro sfide su Consumo/Risparmio, Debito, Investimento (interessi attivi/passivi) e rischio. Per accedere al livello di difficoltà superiore del gioco, i ragazzi devono obbligatoriamente superare quello precedente, secondo una logica non punitiva. Al termine di ciascun livello, inoltre, i singoli giocatori possono provare a migliorare la propria performance, tornando indietro e giocando nuovamente.

“Impariamo la finanza con la realtà virtuale!” è uno dei progetti di Unitelma Sapienza, una delle 11 università telematiche autorizzate dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, nata nel 2004, direttamente legata all’Università Sapienza di Roma e partner della Notte Europea dei Ricercatori.

L’ateneo pone particolare attenzione allo sviluppo della ricerca nei settori degli studi giuridici, economici, politici, sociali, psicologici, manageriali, delle tecnologie dell’informazione e dell’informatica, delle discipline archeologiche.

Recentemente Unitelma Sapienza ha dato la propria adesione e partecipazione al progetto Bioeconomy Village, con l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica, migliorare la conoscenza sui prodotti di origine rinnovabile e promuovere le applicazioni e i benefici della bioeconomia: prodotti, esempi, curiosità, laboratori tematici e dimostrazioni pratiche possono quindi mostrare , in modo chiaro e coinvolgente, le potenzialità della bioeconomia e quanto essa faccia parte sempre più spesso della nostra vita quotidiana.

Unitelma si occupa anche di argomenti delicati, come la presentazione del volume “Cybersecurity. La nuova disciplina italiana ed europea alla luce della direttiva NIS”, avvenuta il 23 luglio con gli autori Alfonso Contaldo e Flaviano Peluso. Un evento che ha voluto richiamare l’attenzione di enti pubblici e soggetti privati sulla sicurezza, con la finalità di contribuire alla crescita della cultura della sicurezza nella società dell’informazione.

Condividi:
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Twitter
  • Digg
  • Sphinn
  • Mixx
  • LinkedIn
  • MSN Reporter
  • MySpace
  • RSS
  • Technorati
  • Yahoo! Bookmarks
  • Print

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione ne consentirai l'utilizzo maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi