A Pompei, scienze applicate all’archeologia

Ancora pochi giorni prima della Notte Europea dei Ricercatori 2018, coordinata da Frascati Scienza. Dopo aver visto Toscana, Emilia-Romagna, Veneto e Sicilia, ci spostiamo a Pompei, città che partecipa per il primo anno alla manifestazione.

Avevamo già parlato in un precedente articolo del Parco Archeologico di Pompei e delle numerose attività per la tutela dell’area archeologica, i restauri e i progetti di analisi della vita dell’antica Pompei. Durante la Settimana della Scienza, in particolare il 28 settembre, il Parco organizza due eventi presso la propria sede. Il proprio, alle 15.00, si intitola “Cultura tessile a Pompei”, in cui i partecipanti potranno “vivere” le procedure e gli strumenti della catena operativa tessile. Si potrà creare e tingere un filato e realizzare un tessuto a telaio. Inoltre grazie a un microscopio sarà possibile studiare il tessuto archeologico su frammenti moderni. Il secondo evento, alle 15.30 si chiama “Scienze applicate all’archeologia”, in cui i sarà possibile visitare la mostra di Moregine e scoprire tutto quello che oggi si sa sull’eruzione che si abbatté su Pompei nel 79 d.c. Verranno mostrati i calchi umani in gesso e la fauna dell’antica Pompei a partire dalle rappresentazioni animali negli apparati decorativi. Sarà un’occasione per conoscere davvero l’antica città, con la sua storia e le sue curiosità.

Condividi:
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Twitter
  • Digg
  • Sphinn
  • Mixx
  • LinkedIn
  • MSN Reporter
  • MySpace
  • RSS
  • Technorati
  • Yahoo! Bookmarks
  • Print

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione ne consentirai l'utilizzo maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi