Astrofili del Lazio, udite udite!

Ancora pochi giorni alla Notte Europea dei Ricercatori 2018 coordinata da Frascati Scienza e continuiamo ad analizzare le attività che ci saranno a breve nel territorio laziale.

Iniziamo con Colleferro, comune laziale a circa 50km da Roma, dove la Notte inizierà mercoledì 26 settembre alle 17.00 con l’evento “Dall’armonia musicale e alle armonie celesti” (Via della Scienza e della Tecnica – Colleferro, RM): in questa conferenza, che si terrà presso il Liceo Scientifico Marconi e che è stata organizzata dal  Gruppo Astrofili Monti Lepini, verrà descritta la particolare relazione tra note musicali e moti dei corpi celesti, tra intermezzi musicali e giochi scientifici.

Spostiamo ora a Rocca di Papa, comune che fa parte del Parco Regionale dei Castelli Romani e che per venerdì 28 settembre, ore 20.00, ospita l’evento “Ricercatori per passione” (via Lazio, 14 – località Vivaro – Rocca di Papa, RM), presso il Parco Astronomico Livio Gratton. L’attività, organizzata dall’Associazione Tuscolana di Astronomia, consisterà in brevi sessioni per far comprendere l’astronomia e far scoprire il ruolo importante degli astrofili per la ricerca scientifica.

Il 28 e 29 invece, a partire dalle 18.30, non perdete “Metodi nella ricerca dei pianeti extrasolare”(Località Colle Pannunzio – Guarcino, FR), organizzato dall’Associazione Astronomica Frusinate (Delegazione UAI) a Guarcino, delizioso borgo medioevale in provincia di Frosinone. Un doppio evento che si terrà il 28 presso il Liceo Classico Turriziani e il 29 all’Osservatorio Astronomico di Campo Catino, in cui si discuterà di spazio e ricerca, pianeti extrasolari e telescopi, con la possibilità di effettuare osservazioni astronomiche.

Chiudiamo il nostro viaggio nell’area a sud di Roma con Gorga, piccolo comune situato vicino al gruppo montuoso dei Monti Lepini, che ospita presso l’Osservatorio di Gorga due eventi organizzati dal Gruppo Astrofili Monti Lepini (Delegazione UAI). Il 28 settembre alle 19.00 andrà in scena un “Astroshow” in cui,grazie a un modello di Sistema Solare, sarà possibile comprendere davvero le scale delle distanze e dimensioni dei pianeti, oltre a poter osservare il cielo con i telescopi. Il 29 alle 16.00, invece, sarà la volta di “Scienza per tutti”, in cui i ragazzi saranno parte attiva e verranno coinvolti nella realizzazione di esperimenti che mostreranno ai loro coetanei: un’ottima occasione per rendere la scienza più accattivante e coinvolgente.

Condividi:
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Twitter
  • Digg
  • Sphinn
  • Mixx
  • LinkedIn
  • MSN Reporter
  • MySpace
  • RSS
  • Technorati
  • Yahoo! Bookmarks
  • Print

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione ne consentirai l'utilizzo maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi