IFO, medicina tra storia e innovazione

Il prossimo sabato, 22 settembre, avverrà il “lancio” della Notte Europea dei Ricercatori 2018, coordinata da Frascati Scienza, che sarà anticipata dalla Settimana della Scienza. Abbiamo passato in rassegna tutti gli eventi, regione per regione, provincia per provincia, e siamo quasi arrivati al termine di questa grande rassegna di attività che si terranno durante questa grande manifestazione.

Oggi vi parliamo degli Istituti Fisioterapici Ospitalieri (IFO), un ente pubblico che gestisce due importanti istituti di ricovero e cura a carattere scientifico (IRCCS), ovvero l’Istituto Nazionale Tumori Regina Elena (IRE) e l’Istituto Dermatologico San Gallicano (ISG). Come avevamo scritto in un articolo quest’estate, gli IFO svolgono numerose attività di divulgazione scientifica, come “HappyHour ricerca & cura”, in cui i ricercatori oltre a rispondere alle domande suggeriscono comportamenti e ricette salutari per una corretta alimentazione. Un altro progetto di cui avevamo parlato era stato il Social Virtual Tour, per permettere ai visitatori di scoprire le diverse realtà all’interno degli istituti di ricerca. Entrambi gli eventi descritti sono stati proposti e realizzati con successo durante la Notte Europea dei Ricercatori 2017. E quest’anno?

Gli IFO per il 2018 si sono concentrati su un grande evento principale che vedrà coinvolti sia l’IRE che l’ISG. Venerdì 28 settembre, alle 10.00, andrà in scena “Medicina 3.0: tra storia e innovazione. 10 anni di robotica agli IFO” (Via Elio Chianesi 53, Roma), organizzato in collaborazione con AB Medica. Un incontro con alcuni esperti presso il centro congressi IFO precederà l’inaugurazione della mostra allestita presso l’atrio principale. I partecipanti potranno incontrare esperti e visitare la mostra, realizzata  per festeggiare i 10 anni della robotica agli IFO e a Roma.  Si racconterà la storia di interventi di successo realizzati dai professionisti del Regina Elena di IFO grazie al robot “Da Vinci”, il sistema di chirurgia robotica che ha consentito di mettere a punto procedure chirurgiche originali. Sarà un modo per conoscere l’importanza della chirurgia robotica e le sue potenzialità in campo oncologico, in numerose tipologie di intervento e nel favorire un miglior recupero post-operatorio. Sarà quindi anche un viaggio di conoscenza nel mondo delle eccellenze italiane e nelle innovazioni introdotte negli ultimi 10 anni.

Infine i ricercatori andranno a sfatare sui social i principali luoghi comuni e fake news del momento, con dei brevi interventi video.

Il programma prevede anche tante piccole sorprese per chi parteciperà all’evento. Appuntamento alle ore 11 del 28 settembre. Non mancate!

Condividi:
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Twitter
  • Digg
  • Sphinn
  • Mixx
  • LinkedIn
  • MSN Reporter
  • MySpace
  • RSS
  • Technorati
  • Yahoo! Bookmarks
  • Print

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione ne consentirai l'utilizzo maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi