Visite ai laboratori di ricerca, talks e ‘apericerca’ al “Bambin Gesù”

Ci siamo. Questo sabato ci sarà a Frascati il lancio della Notte Europea dei Ricercatori 2018 coordinata da Frascati Scienza. Dopo aver raccontato quello che succedere nelle varie città, oggi ci occupiamo dell’Ospedale pediatrico Bambino Gesù, di cui avevamo già parlato in un precedente articolo, in cui era emerso il suo impegno nell’attività clinica, nella ricerca di cure per i pazienti, ma anche nella divulgazione scientifica, ad esempio con il magazine “A scuola di salute”, dove si cerca di fornire le risposte ai dubbi delle famiglie su temi come vaccini, febbre, alimentazione e sport.

Venerdì 28 settembre, in occasione della Notte Europea dei Ricercatori, l’Ospedale accoglierà i visitatori con un programma fitto di appuntamenti, a cominciare dalle 11.00, con “Bancone della ricerca presso la sala di attesa degli ambulatori”Viale Ferdinando Baldelli 38, Roma), in cui i ricercatori allestiranno una sala d’attesa con piccoli esperimenti scientifici e una serie di microscopi, con lo scopo di coinvolgere anche tutte le persone di passaggio e che si trovano nella struttura per motivi diversi.

Le altre attività si terranno invece dalle 18.00, con “Proiezione continuativa di video dedicati all’OPBG e alla ricerca”, che aiuterà a introdurre i visitatori alla ricerca scientifica e li preparerà alle “Visite guidate ai laboratori di ricerca”, alla scoperta dei macchinari di ultima generazione. Durante la serata non perdete “Il ricercatore racconta…”, brevi conferenze su temi importanti e delicati, come le malattie rare, il sistema immunitario, i batteri buoni e cattivi, la robotica e poi ancora farmaci pediatrici, il benessere del neonato e i tanto chiacchierati vaccini. Ci sarà anche un “EU Corner”, un piccolo stand dedicato alle attività di ricerca finanziate con il supporto dell’Europa, come il portale Orphanet su malattie rare e farmaci orfani e la Stampa 3D per le attività cliniche. Un evento molto particolare sarà “Pazienti e ricercatori”, in cui saranno proprio i pazienti, con l’aiuto dei ricercatori, a presentare i progetti che vedono il paziente al centro e coinvolgeranno il pubblico con esperienze e domande. Non mancherà un’ “Area ludica”, dove i piccoli partecipanti potranno assistere a spettacoli ed esperimenti scientifici.

Alle 18.30, infine, nel foyer dell’Auditorium ci sarà “Apericerca”, un incontro informale ed interattivo davanti a un aperitivo (analcolico), per comprendere la vita e il lavoro del ricercatore, con i suoi obiettivi e sogni.

Condividi:
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Twitter
  • Digg
  • Sphinn
  • Mixx
  • LinkedIn
  • MSN Reporter
  • MySpace
  • RSS
  • Technorati
  • Yahoo! Bookmarks
  • Print

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione ne consentirai l'utilizzo maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi