Bringing to Light… le professioniste dell’ambiente

Dopo un entusiasmante prima edizione, ritorna Bringing to Light e, per l’edizione 2023, apre le porte al mondo dell’imprenditoria ambientale. Infatti, alla Call for Project di Bringing to Light -Scienziate e imprenditrici per il Clima potranno partecipare tutte le ricercatrici e le imprenditrici che lavorano nel settore ambientale in Italia e all’estero presentando uno o più progetti compilando questo form.

“L’idea è semplice– spiega Mirella Orsi, Science Writer e responsabile del progetto- parlare di innovazione e ricerca in campo ambientale “portando alla luce “i progetti delle ricercatrici e delle imprenditrici per realizzare uno spazio d’incontro, confronto e condivisione dove raccontarsi al grande pubblico”. 

Per Elita Viola del Comitato valutazione patrocini dell’ASviS “L’iniziativa contribuisce a diffondere la cultura legata allo sviluppo sostenibile nel Paese e rispecchia lo spirito proposto dall’Agenda 2030. Il progetto promuovere l’uguaglianza di genere e sensibilizza su temi di particolare rilievo, come perdita di biodiversità e crisi climatica“.Come per la prima edizione, tra i progetti pervenuti entro e non oltre il 31 dicembre 2022, saranno selezionati un numero massimo di 10 progetti che saranno protagonisti dello speciale su L’Ecofuturo magazine in uscita a febbraio in occasione della Giornata Internazionale delle Donne e Ragazze nella Scienza 2023.  

Secondo Sveva Avveduto, presidente dell’associazione Donne e Scienza e delegata Italiana del Women20, “Associare i temi della ricerca ambientale a quelli del lavoro delle donne nel mondo della ricerca è quanto mai attuale e importante. Dalle grandi organizzazioni internazionali ai 20 Paesi che compongono il G20 nel suo Gruppo di lavoro Women20, declinano sempre più spesso le due questioni insieme. L’Associazione Donne e Scienza è ovviamente sensibile all’argomento consapevole che le questioni ambientali non devono fare a meno dell’apporto prezioso delle tante scienziate che lavorano nel settore.

“Il mondo della ricerca ambientale non può e non deve privarsi del contributo di scienziate e imprenditrici. – afferma Sergio Ferraris, giornalista scientifico e ambientale – Si tratta di contenuti assolutamente preziosi che spesso sono il traino dell’innovazione, come dimostra la storia delle innovazioni tecnologiche”. Anche quest’anno, continua l’importante collaborazione con WikiDonne, come sottolinea Camelia Boban, co-fondatrice di WikiDonne e Diversity Ambassador nel movimento Wikimedia, “WikiDonne è impegnata da più di sei anni nella scrittura di biografie di scienziate. Oltre al progetto permanente Donne in STEM, dal 2020, l’impegno si è ampliato con la campagna Donne e Cambiamento Climatico (Women in Climate Change). Il lavoro di far conoscere e rendere più visibili donne straordinarie in ambito scientifico, ci lega fortemente alla campagna “Bringing to light”.

Il gender gap nella ricerca è ancora molto profondo: siamo ben lontani dal raggiungimento del 50% di ricercatrici donne in ambito STEM. La situazione diviene ancora più drammatica se andiamo a vedere le donne impiegate nei ruoli apicali di aziende, enti o università: si scende vertiginosamente al di sotto del 10% – dice Giorgia Burzachechi giornalista vicedirettrice Giornalisti Nell’Erba – Portare alla luce esempi di professioniste dell’ambiente e del mondo dell’imprenditoria è un segnale importante per dire alle giovani e giovanissime ragazze ‘Hey, qui c’è spazio per voi. Venite a prenderlo! ’

Nell’ottica di rendere l’iniziativa sempre più inclusiva e internazionale, abbiamo creato una nuova e preziosa partnership con UK Confederation by Confassociazioni che ci permetterà di allargare le aree di competenza del progetto e aprirci a nuove collaborazioni.   “Bringing to Light si focalizza su un tema a noi caro che è non solo attualissimo ma anche fondamentale per il nostro presente ed il futuro delle nuove generazioni – spiega Stefano Potortì, presidente UK Confederation by Confassociazioni- a nome di tutta l’associazione faccio I miei più vivi complimenti a Mirella Orsi ed a tutti gli organizzatori per l’iniziativa e auspico che questo sia il primo di una lunga serie di iniziative”.

La scheda

Cosa: Bringing to Light-Scienziate e imprenditrici per il Clima 

Modalità di partecipazione: ricercatrici e imprenditrici possono candidare i loro progetti compilando questo form. Tra i progetti pervenuti entro e non oltre il 31 dicembre 2022 saranno selezionati un numero massimo di 10 progetti che saranno protagonisti dello speciale su L’Ecofuturo magazine in uscita a febbraio 2023 e di svariate iniziative di divulgazione nazionale e internazionale.

Responsabili del progetto: 

● Mirella Orsi, Science Writer e divulgatrice scientifica 

● Sergio Ferraris, giornalista scientifico e ambientale

Patrocini & Partners 

  • L’Ecofuturo magazine
  • ASviS
  • WikiDonne-APS
  • Associazione Donne e Scienza 
  • UK Confederation by Confassociazioni
  • GETA – Osservatorio su GEnere e TAlenti

Comitato valutazione progetti 

  • Mirella Orsi, Science Writer e divulgatrice scientifica 
  • Sergio Ferraris, giornalista scientifico e ambientale
  • Giorgia Burzachechi, vicedirettrice Giornalisti Nell’Erba
  • Michele Dotti, Direttore L’Ecofuturo magazine
  • Ivan Manzo, Componente del Segretariato ASvIS – Alleanza Italiana

Per informazioni 

bringingtolight.ecofuturo@gmail.com

Condividi:
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Twitter
  • Digg
  • Sphinn
  • Mixx
  • LinkedIn
  • MSN Reporter
  • MySpace
  • RSS
  • Technorati
  • Yahoo! Bookmarks
  • Print

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione ne consentirai l'utilizzo maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi