CS: Dal 22 al 26 Settembre torna la Settimana della Scienza e la Notte Europea dei Ricercatori

Notte 2014,Rassegna Stampa - Pubblicato 6 agosto 2014 14:41 - Tag: , , , , , , , , ,

Spettacoli, science trips nei parchi e nei siti archeologici, animazione per bambini e visite guidate alla scoperta dei laboratori dei più importanti centri di ricerca italiani

Da Roma e Frascati a Trieste, Bologna, Milano, Ferrara, Catania, Pisa, Bari, Cagliari, Pavia

Dal 22 al 26 settembre al via la Settimana della Scienza il grande evento che da ormai nove anni porta la scienza ed i ricercatori tra i cittadini, i giovani, gli studenti. Un’iniziativa che ha riscosso un successo crescente, coinvolgendo decine di migliaia di persone sui grandi temi della ricerca e del futuro. La settimana della Scienza culminerà il 26 settembre con la Notte Europea dei Ricercatori.

Quest’anno sono 150 gli eventi in programma pensati per un pubblico di tutte le età: bambini, giovani, famiglie, scuole e professionisti specializzati, saranno coinvolti in numerose attività volte a promuovere la ricerca scientifica. La manifestazione sarà dedicata alla “Sostenibilità”, argomento ampio e senza dubbio impegnativo, che coinvolge esigenze sociali, sviluppo economico, questioni ambientali, buon governo. Un tema che riveste particolare significato per i ricercatori il cui lavoro è la costante ricerca di principi e soluzioni fondamentali per risolvere le sfide sociali del futuro. Il ricercatore è chiamato a contribuire a costruire gli strumenti che potranno rendere sostenibile il futuro.

La Notte Europea dei Ricercatori è un progetto promosso dalla Commissione Europea, coordinato e realizzato da Frascati Scienza in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e Politiche Giovanili della Regione Lazio, Comune di Frascati, ASI, CNR, ENEA Frascati e Casaccia, EGO VIRGO, Comune di Cascina (PI), ESA-ESRIN, INAF Osservatorio Astronomico di Roma, INAF-Istituto di Astrofisica e Planetologia Spaziali Roma e INAF Bologna, INFN Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Ferrara, Frascati, Milano, Pavia, Pisa, Roma e Trieste, con Sapienza Università di Roma e il Dipartimento di Management, Università Tor Vergata e Università Roma Tre. L’evento vede la partecipazione, in qualità di Partner di Frascati Scienza, di INGV, Telethon, IRCCS SR Pisana, G.Eco, Associazione Tuscolana di Astronomia (ATA), Accatagliato, Associazione Arte e Scienza e Istituto Salesiano Villa Sora. Sono partners della manifestazione: Museo Tuscolano delle Scuderie Aldobrandini, Native, Consorzio tutela denominazione vini Frascati, STS Multiservizi.

“Negli ultimi tempi si è sentito parlare spesso d’Europa: le sue pressanti richieste, la nostra incapacità di far tornare in Italia i fondi investiti, del ruolo da gregario dell’Italia nelle decisioni importanti, dimenticandoci spesso di dare il giusto rilievo alle nostre capacità e all’importanza della ricerca italiana in Europa. L’Europa è condivisione, opportunità di crescita e sviluppo. La Notte Europea dei Ricercatori organizzata da Frascati Scienza, si è classificata prima nei progetti presentati da tutti gli stati membri, firmando il primo contratto del nuovo programma di finanziamento – Horizon 2020 – che nei prossimi sette anni finanzierà con oltre ottanta miliardi di euro progetti di ricerca e innovazione. Così come gli altri quattro progetti italiani finanziati, abbiamo saputo mostrare l’eccellenza delle nostre realtà scientifiche e di quanto sia fondamentale condividere con il pubblico questo importante patrimonio. E’ fondamentale che proprio in coincidenza del semestre italiano di conduzione del parlamento europeo, tutti possano avvicinarsi e condividere quelle tematiche alle quali l’Europa sta dedicando non solo risorse finanziarie, ma anche spazi e interesse, godendosi una settimana di scienza e intrattenimento per tutti i gusti ed età.” dichiara il Presidente di Frascati Scienza, Giovanni Mazzitelli.

Previsti aperitivi scientifici: per un contatto diretto con la vita e i gusti dei ricercatori attraverso incontri nei pubs e presentazioni di libri scientifici; Science Space for Kids: spazio dedicato ai piccoli in cui saranno proposte attività di edutainment ed educazione alla sostenibilità ambientale, molte delle quali svolte all’aria aperta; Science Trips: visite ai siti archeologici dell’antica Roma accompagnati da un geologo, un archeologo ed un chimico; Scientist’ Show: spettacoli interattivi con gli studenti delle scuole medie inferiori, seminari di orientamento agli studi, spettacoli di divulgazione scientifica; European corners, contests and awards: spazi dedicati alla divulgazione delle attività in favore della ricerca e dei ricercatori attuate dalla Unione Europea.

Tra i temi del programma:

RhOME for denCity è l’aperitivo scientifico dove verrà presentata la squadra italiana di Rhome for DenCity che si è aggiudicata il primo premio nella competizione Solar Decathlon Europe 2014. L’Italia è campione del mondo in Architettura Sostenibile.

Energie Sostenibili è l’aperitivo dove si parlerà di risparmio dell’energia, ottimizzazione dei costi e rispetto dell’ambiente. Un cambio di rotta è necessario se non si vuole fare la fine dei dinosauri, altro interessante appuntamento per tutti che cercherà di svelare cosa è davvero successo ai nostri antenati. Sostenibilità dunque, ma anche sviluppo di nuove tecnologie per la salute dell’uomo.

Donna e Scienza, interventi di giovani donne precarie e ricercatrici illustri come Fabiola Gianotti, che al Cern di Ginevra ha coordinato il lavoro sulla rivoluzionaria scoperta del bosone di Higgs; Falsa Scienza: paure collettive e infondate, quando la scienza è evocata a sproposito, se ne parlerà anche con Davide Giacalone e il suo libro ‘Senza Paura’; 50 anni dell’ESA e la storia del Polo di Frascati, una realtà territoriale poco conosciuta dove esistono le principali istituzioni scientifiche italiane (Università di Tor Vergata, Enti di Ricerca Pubblici) e si concentrano grandi progetti di ricerca europei (ESA, Euratom); Scienza e Cibo: l’umanità si trova di fronte ad una svolta epocale, le risorse sono limitate e nel frattempo la popolazione mondiale è destinata a raddoppiare. KIDS: numerose le iniziative dedicate ai bambini e ai ragazzi, molte le curiosità e gli spettacoli di intrattenimento. Tra gli ospiti della manifestazione Kary Mullis, il più irriverente ed eccentrico degli scienziati moderni, Premio Nobel nel 93′ per aver inventato una tecnica chiamata PCR che amplifica enormemente piccole quantità di DNA e che permise, fra le altre cose, di realizzare il Progetto Genoma Umano.

 Fra le attività promosse dagli Enti Partner segnaliamo:

I Laboratori Nazionali di Frascati dell’INFN, organizzeranno visite guidate per il vasto pubblico che, accompagnato dai ricercatori, potrà accedere alle attività scientifiche presenti e vedere gli esperimenti più grandi attualmente in funzione. I Laboratori Nazionali di Frascati (LNF) sono i più grandi tra i quattro Laboratori dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), l’Ente che promuove e finanzia la ricerca, teorica e sperimentale, nel campo della fisica delle particelle elementari, nucleare, astroparticellare e le ricerche tecnologiche a esse connesse.

ENEA: quest’anno per la prima volta alle tradizionali iniziative del Centro di Frascati si affianca l’apertura del Centro Ricerche Casaccia, vicino al lago di Bracciano, a nord di Roma: ciò consentirà a un più vasto pubblico di conoscere le eccellenze dei ricercatori ENEA in settori quali le tecnologie energetiche per la riduzione delle emissioni e della dipendenza dalle fonti fossili, le biotecnologie, le tecnologie per il sistema agroindustriale e l’informatica. “Per l’ENEA è motivo di grande soddisfazione partecipare ancora una volta a un evento scientifico di alto livello che da diversi anni contribuisce ad avvicinare i cittadini e i giovani al mondo della ricerca”, dichiara il Commissario ENEA, Giovanni Lelli.

I ricercatori dell’INAF – Osservatorio Astronomico di Roma organizzeranno eventi per bambini per andare alla scoperta di pianeti lontani e forse anche abitabili, che ruotano attorno alle stelle, oltre a spettacoli di musiche e stelle per tutta la famiglia.

In occasione della Notte Europea dei Ricercatori, EGO, l’Osservatorio Gravitazionale Europeo, presso Cascina (Pisa), apre le sue porte al pubblico per due giorni di scienza per tutti: il 26 e 27 settembre, visite guidate ai Laboratori, Osservazioni Astronomiche, Aperiscienza. EGO (European Gravitational Observatory) è l’osservatorio costituito da INFN (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare) e CNRS (Centre National de la Recherche Scientifique) a S. Stefano a Macerata, presso Cascina (PI). Al suo interno è in funzione l’interferometro Virgo, che, con i suoi due bracci di 3 km, adagiati sulla pianura, cerca di rivelare per la prima volta le onde gravitazionali, previste da Einstein quasi un secolo fa. Per l’occasione sarà inaugurato il nuovo laser di Advanced Virgo da parte del Ministro della Ricerca o del Presidente della Regione Toscana – Sala di Controllo di Virgo.


CS: Frascati Scienza da il benvenuto al nuovo sindaco di Frascati, Alessandro Spalletta.

Notte 2014,Rassegna Stampa - Pubblicato 16 giugno 2014 10:59 - Tag: , , ,

A pochi mesi dalla 9° edizione della Notte Europea dei Ricercatori, evento che Frascati Scienza organizza con il sostegno della Commissione Europea per diffondere la cultura scientifica e promuovere l’area di ricerca tuscolana, uno dei suoi protagonisti, Stefano di Tommaso, lascia il posto al nuovo sindaco di Frascati, Alessandro Spalletta.

Una edizione particolarmente importante quella di settembre 2014, che vede il progetto di Frascati Scienza diventare nazionale, coinvolgendo nove città oltre ovviamente Frascati e classificandosi come primo progetto classificato nella graduatoria europea.

Stefano di Tommaso, allora Assessore della Cultura nella Giunta guidata dal Sindaco Posa, è stato uno dei fondatori e promotori della nostra associazione, della quale ha guidato per oltre sei anni il lavoro come componente del consiglio direttivo. Con lui abbiamo passato nottate a progettare e ideare eventi che cercassero di comunicare alla nostra città, ma anche al resto d’Italia, quanto importante sia la ricerca e il polo scientifico tuscolano. Con orgoglio siamo riusciti a realizzare mostre e incontri eccellenti, portando il nome di Frascati e del suo ricco territorio scientifico e culturale in Europa in molteplici occasioni.

Siamo sicuri che il lavoro di questi anni sarà ulteriormente fatto crescere dal nuovo Sindaco e dalla nuova Giunta, con l’obiettivo di costruire una cultura scientifica e una partecipazione attiva dei cittadini al mondo della ricerca nell’area tuscolana. Per questo diamo il benvenuto al Sindaco,Alessandro Spalletta, che fin da prima di essere eletto ha dimostrato il suo forte interesse per le attività delle associazioni sul territorio. E ci mettiamo a disposizione per avviare i necessari incontri per costruire un calendario di attività sul territorio che possa coinvolgere i cittadini ed in particolare i giovani, suoi grandi temi della ricerca scientifica, della sostenibilità e del futuro.


CS La Commissione Europea conferma il sostegno a Frascati Scienza per la Notte Europea dei Ricercatori: primo progetto italiano ed europeo.

Notte 2014,Rassegna Stampa - Pubblicato 28 maggio 2014 22:46 - Tag: , , , , , ,

A settembre torna il tradizionale appuntamento, molte le novità in vista tra spettacoli, incontri, animazione per bambini e convegni.

Da Roma e Frascati a Trieste, Bologna, Milano, Ferrara, Catania, Pisa, Bari, Cagliari, Teramo, Pavia e Pisa.

Il prossimo 26 settembre torna la Notte Europea dei Ricercatori, il grande evento che da ormai nove anni porta la scienza ed i ricercatori tra i cittadini, i giovani, gli studenti. Una iniziativa che ha riscosso un successo crescente, coinvolgendo migliaia di persone sui grandi temi della ricerca e del futuro.

Quest’anno la Notte sarà dedicata alla “Sostenibilità“, argomento ampio e senza dubbio impegnativo, che coinvolge esigenze sociali, sviluppo economico, questioni ambientali, buon governo. Un tema che riveste particolare significato per i ricercatori il cui lavoro è la costante ricerca di principi e soluzioni fondamentali per risolvere le sfide sociali del futuro.

Nel 2014 alle sedi di Roma e Frascati, si aggiungeranno anche quelle di Trieste, Bologna, Milano, Ferrara, Catania, Pisa, Bari, Cagliari, Teramo, Pavia e Pisa. L’edizione 2014 della Notte Europea dei Ricercatori è quindi divenuta a tutti gli effetti un grande evento nazionale.

(more…)


Frascati Scienza – GLI SCIENZIATI SONO TRA NOI. SCOPRIAMOLI DURANTE LA SETTIMANA DELLA SCIENZA (21-27 settembre) E LA NOTTE EUROPEA DEI RICERCATORI (27 settembre)

Notte 2013,Rassegna Stampa - Pubblicato 18 settembre 2013 12:20 - Tag: , , , , ,

Circa 100 eventi, spettacoli, musei e laboratori aperti tra Frascati, Roma, l’area tuscolana, Pisa e il Gran Sasso in un viaggio alla scoperta delle più innovative idee della ricerca.

Un’appassionante “caccia alla scienza” per le strade della capitale, sulle tracce della ricerca antica e futura. Science Trip sotterranei per scoprire i misteri delle catacombe romane in compagnia di virologi. La scienza dietro i dettagli delle scene del crimine come in Bones. Un International Cosmic Day; la velocità della luce come si vede in Star Trek e, alle Scuderie Aldobrandini del Comune di Frascati, Roberto Vittori l’astronauta che si trasforma in un fumetto nei disegni di Andy Ventura. E poi conferenze, visite guidate, musei e laboratori aperti, spettacoli scientifici e giochi per i più piccoli come Astrokids e Stelloca. Sono queste le sorprese offerte dall’edizione 2013 della Settimana della Scienza (dal 21 al 27 settembre) organizzata da Frascati Scienza, l’associazione costituita dal Comune di Frascati, da tutti i più importanti istituti di ricerca italiani, dalle tre università romane, in collaborazione con l’Assessorato Cultura e Politiche Giovanili della Regione Lazio. Un evento che culmina nella Notte Europea dei Ricercatori (venerdì 27 settembre), in cui sono coinvolte più di 300 città del vecchio continente.
Parte da Roma con la prima video-Caccia al Tesoro della Scienza guidata da un’applicazione tablet quest’ottava edizione della Settimana della Scienza. La manifestazione, organizzata da Frascati Scienza e Assessorato Cultura e Politiche giovanili della Regione Lazio, è costruita su un messaggio forte, “ricerca i ricercatori”: un invito e un auspicio a tenersi stretti il patrimonio di conoscenze e saperi, per contrastare la fuga dei cervelli dall’Italia e favorire le carriere professionali legate alla tecnologia, alla scienza e al futuro. L’appuntamento è per tutti sabato 21 settembre alle 15, a Piazza S. Lorenzo in Lucina.
“La scienza ha cambiato la nostra vita. E la cambia quotidianamente. Innanzitutto l’ha allungata, così oggi si è ragazzi a trent’anni, giovani a 40 e ancora sulla breccia a 60, 70 e, se ci dice bene, oltre. Una rivoluzione copernicana, che riscrive comportamenti e sentimenti – afferma Lidia Ravera, Assessore regionale alla Cultura e alle Politiche giovanili – Tutti i giorni, attraverso le tecnologie e nei percorsi virtuali, la scienza condiziona il nostro modo di stare insieme, il nostro accesso alle informazioni, alla conoscenza, modificando il modo di apprendere e, quindi, di formarsi e di essere. È un alfabeto più complesso, quello della scienza – prosegue l’Assessore -  eppure non è esclusivo. Anzi, chiede, oggi più che mai di essere decifrato e divulgato. Eventi come la Settimana della Scienza, che la Regione ha sostenuto in maniera convinta con il Comune di Frascati, vanno nella direzione di avvicinare i non addetti ai lavori, il grande pubblico, al misterioso mondo della ricerca. È una cosa buona”. 
“A Frascati e nell’area tuscolana, dagli anni ‘50, è presente uno dei maggiori poli europei e internazionali della ricerca, dove fu costruito il primo acceleratore Italiano, noto come l’elettrosincrotrone di Frascati. Tempi audaci e pionieristici – sottolinea il Sindaco Stefano Di Tommaso – che videro protagonisti alcuni giovani ricercatori capitanati da Giorgio Salvini, già Ministro della Ricerca, insieme a Gilberto Bernardini, allora Presidente dell’Infn, Edoardo Amaldi, allievo di Enrico Fermi, Bruno Touscheck e Livio Gratton. Oggi, attorno alla nostra Città orbitano circa 3.000 scienziati, molti dei quali nel corso del tempo sono stati chiamati a dirigere centri d’eccellenza della ricerca mondiale: dai laboratori di Frascati, solo per fare un esempio, sono infatti partiti importanti ricercatori, tra cui Sergio Bertolucci, direttore della ricerca e computing del CERN di Ginevra, e docenti delle maggiori università europee e mondiali. Frascati, Città delle Ville rinascimentali, del famoso Vino Doc e Docg, dell’Arte e della Scienza, grazie anche alle numerose iniziative promosse tutto l’anno dall’Amministrazione Comunale e da Frascati Scienza – aggiunge il Sindaco – che coinvolgono migliaia di studenti e che culminano nella Notte Europea dei Ricercatori”.
A Frascati, assieme alla cultura e alla valorizzazione dei beni storici, artistici ed enogastronomici e del territorio, si respira un’aria di innovazione, ricerca scientifica e tecnologica – afferma l’assessore alle Politiche Culturali di Frascati Gianpaolo Senzacqua -. Un’atmosfera che Frascati in questi anni si è impegnata a far crescere, anche attraverso la Notte Europea dei Ricercatori e la Settimana della Scienza, un’originale iniziativa organizzata per supportare la manifestazione europea e capace di coinvolgere migliaia di visitatori, appassionati e curiosi grazie agli originali e numerosi appuntamenti proposti”.

 

Il programma delle manifestazioni tiene assieme iniziative di divulgazione scientifica di alto livello con spettacoli, giochi, echi della scienza vista dalle serie televisive più pop. L’evento, che prevede decine di iniziative durante la Settimana e soprattutto durante la Notte Europea di venerdì 27 settembre, coinvolgerà istituti di ricerca e università a Frascati, a Roma, nei laboratori del Gran Sasso e a Pisa, in un viaggio alla scoperta delle più innovative idee della ricerca.

 

“La Notte Europea dei Ricercatori e la Settimana della Scienza sono allo stesso tempo un momento di gioco aperto a tutti i cittadini con i grandi temi della scienza e un richiamo al sistema Paese sulla centralità della ricerca e dell’innovazione, in un momento in cui solo costruendo il futuro possiamo lasciarci alle spalle le difficoltà”, spiega il presidente di Frascati Scienza Giovanni Mazzitelli. “Quindi l’intera manifestazione è costruita per coinvolgere divertendo, per accorciare la distanza tra e ricercatori e cittadini. Solo aumentando la consapevolezza e con l’aiuto di tutti usciremo da una situazione che vede la scienza italiana, una della più produttive di scoperte e nuove idee, nell’angolo in cui l’ha messa la progressiva emarginazione da parte di policy poco lungimiranti: alla ricerca in Italia va solo l’1,1% del nostro Pil, contro l’1,9% di un paese vicino come la Francia e addirittura meno di Spagna e Portogallo, che registrano rispettivamente l’1,3 e l’1,2% del loro prodotto interno lordo destinato allo sviluppo della ricerca”.
Per promuovere la Settimana della Scienza 2013 e la Notte Europea dei Ricercatori, Frascati Scienza ha indetto due contest: RICERCA IL FUTURO, il concorso di cortometraggi dedicati alla scienza e alla ricerca in Italia in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e alle Politiche giovanili della Regione Lazio, e WEBSPOT PER LA NOTTE DEI RICERCATORI 2013, spot “homemade” che invitino a partecipare alla Notte Europea dei Ricercatori.
Per tutte le prenotazioni e informazioni dettagliate sul programma della Settimana della Scienza e della Notte Europea dei Ricercatori  e i regolamenti dei contest è possibile consultare il sito di Frascati Scienza (www.frascatiscienza.it) oppure seguire l’associazione attraverso la fan page di Facebook  o il profilo Twitter.
Il progetto è promosso dalla Commissione Europea e coordinato e realizzato da Frascati Scienza in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e alle Politiche Giovanili della Regione Lazio, Comune di Frascati, ASI, CNR, ENEA, ESA-ESRIN, INAF, INFN, INGV, Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, Università Sapienza, Polo Museale Sapienza, Università Tor Vergata, Università Roma Tre, EGO/VIRGO, IRCCS San Raffaele Pisana, Telethon, G.Eco, Associazione Tuscolana di Astronomia (ATA), Accatagliato, Associazione Eta Carinae, Associazione Arte e Scienza, Ludis, Osservatorio Astronomico Gorga.
L’iniziativa si svolge sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, ha inoltre il patrocinio del Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca, Ministero degli Affari Esteri, Presidenza della Regione Lazio, Provincia di Roma, Roma Capitale, Comune di Monteporzio Catone, Comune di Grottaferrata, Parco dei Castelli Romani. Sono partners: ENI, ATAC, Istituto Quasar, Libreria asSAGGI, Linde, Museo Tuscolano delle Scuderie Aldobrandini, STS Multiservizi e bshape.

 

Ufficio stampa
Silverback – Greening the Communication
Marco Erroi – m.erroi@silverback.it – mobile +39 339 8535563

 


Frascati Scienza – Notte della Ricerca 2013 – presentazione il 18/09 presso la regione Lazio

Notte 2013,Rassegna Stampa - Pubblicato 16 settembre 2013 11:48 - Tag: , , , ,

Comunicato stampa ufficiale della notte della conferenza stampa di presentazione alla Notte della Ricerca 2013  di Frascati. La conferenza stampa si terrà mercoledì 18 settembre alle ore 12.00 presso la Sala Aniene della Regione Lazio, Via Cristoforo Colombo 212. Interverranno: l’Assessore alla Cultura della Regione Lazio Lidia Ravera, il presidente di Frascati Scienza Giovanni Mazzitelli, il Sindaco di Frascati Stefano Di Tommaso e l’Assessore alle Politiche Culturali del Comune di Frascati Gianpaolo Senzacqua.

conferenza stampa frascati scienza

Venerdì 27 settembre, per l’ottavo anno consecutivo, il polo di eccellenza di Frascati ospita la Notte Europea dei Ricercatori, all’interno della Settimana della Scienza che inizia il 21 settembre prossimo con la prima Caccia al tesoro multimediale interattiva, in Piazza San Lorenzo in Lucina nel cuore di Roma. La scienza italiana apre le sue porte al pubblico e sarà proprio nelle Università romane, nell’Ospedale Bambino Gesù, negli osservatori astronomici del Lazio, nelle Scuderie Aldobrandini del Comune di Frascati e all’interno dei laboratori di Frascati, Roma, Pisa e Gran Sasso che scienziati e ricercatori saranno a disposizione del pubblico nelle dimostrazioni, nei giochi, negli spettacoli.
(more…)


Frascati Scienza – COMUNICATO STAMPA – TUTTI A CACCIA DI SCIENZA, COME NEI FILM E NEI LABORATORI

Notte 2013,Rassegna Stampa - Pubblicato 29 luglio 2013 15:33 - Tag: , , , , , , ,

TUTTI A CACCIA DI SCIENZA, COME NEI FILM E NEI LABORATORI  

Otto anni di ‘ricerca in piazza’: tornano a settembre la Notte Europea

dei Ricercatori e la Settimana della Scienza di Frascati Scienza.

 

Roma, 29 luglio – Tutti a caccia delle più innovative idee della scienza, assieme ai ricercatori  Frascati e dell’intera area tuscolana, di uno dei maggiori poli europei della ricerca con otto enti scientifici, università e oltre 3.000 ricercatori. Parte dal centro di Roma per spostarsi verso il sud della capitale questa ottava edizione della Settimana della Scienza (dal 21 al 27 settembre), l’iniziativa organizzata da Frascati Scienza che culmina nella Notte Europea dei Ricercatori (venerdì 27 settembre), una manifestazione che vede coinvolte più di 300 città del vecchio continente.

Quest’anno, i confini dell’attività di Frascati Scienza – l’associazione che raccoglie tutti i più importanti istituti di ricerca italiani e le tre università romane – si estendono più che mai verso la Capitale, dove avranno inizio le manifestazioni della Settimana con una grande “Caccia alla scienza” che si svolge nel cuore stesso della città, attorno a Piazza S.Lorenzo in Lucina, il 21 settembre. Ma non sono solo i limiti spaziali ad ampliarsi: per questa edizione 2013 ci sono in programma iniziative che tengono assieme la divulgazione ‘alta’ e gli echi della scienza vista dal cinema o dalle serie televisive di successo. Durante gli Science Trip si andrà quindi alla ricerca della “Mummia” nelle catacombe di S.Sebastiano o si rievocheranno memorie dei film di Spielberg dando la caccia a degli inconsueti “Predatori” nelle catacombe di San Callisto. Negli aperitivi e incontri scientifici di Frascati  si parlerà di antropologia forense come in “Bones” oppure dei viaggi alla velocità della luce, uscita dalle pellicole di “Star Trek” per entrare nel campo della ricerca tecnologica. L’astronauta Roberto Vittori si trasformerà in diretta in un fumetto nell’incontro previsto tra lui e i più giovani alle Scuderie Aldobrandini, mentre sarà proprio  il presidente dell’Istituto di Fisica Nucleare Fernando Ferroni  a entrare nel cast dello spettacolo “Frammenti di fisica”, assieme a un folto gruppo di ricercatori.

Poi, ripetendo uno degli eventi di maggiore attrazione della Notte Europea a Frascati, tutti i laboratori del polo scientifico di Frascati saranno aperti al pubblico che potrà sentirsi protagonista della ricerca sulla fusione o sulla fisica delle particelle: CNR, ENEA, ESA-ESRIN, INAF, INFN, INGV, EGO/VIRGO invitano nei loro spazi i loro spazi tutti i curiosi e chi vuole sentirsi “ricercatore per una notte”, mentre le scuole dell’area tuscolana e del sud della capitale saranno coinvolte nel corso di tutta la Settimana della Scienza in escursioni, giochi e scoperte, in iniziative che si chiamano “Astrokids” piuttosto che “Stelloca”.

Un grande gioco attraverso cui si entra a contatto con la ricerca di punta, quello organizzato da Frascati Scienza, che attira ogni anno circa 12 mila persone. E contemporaneamente un’iniziativa che vuole attirare l’attenzione dei cittadini e dei decision maker sul fatto che l’enorme patrimonio di competenze della scienza italiana è sempre più a rischio. « Oggi sono proprio le nostre migliori  energie creative, i giovani, a sopportare la crisi peggiore dal dopoguerra. Senza l’apporto della ricerca scientifica non ci sarà nessuna innovazione, sia nel sistema imprenditoriale che in quello politico”, spiega il presidente di Frascati Scienza, il fisico Giovanni Mazzitelli. “L’impegno per rafforzare la ricerca continua a latitare: è invece sempre più urgente. Crediamo che il coinvolgimento dei cittadini possa essere lo strumento più efficace per spingere le istituzioni verso la rivalutazione delle risorse contenute nel sistema scientifico italiano».

A introdurre l’intera manifestazione, due iniziative inedite, dedicate non a caso ai giovani creativi. La prima, “Un webspot per la Notte”, è un contest aperto a tutti che chiede la realizzazione di un video ironico e divertente di invito a partecipare alla Settimana della Ricerca e alla Notte dei Ricercatori, che i partecipanti possono caricare sul sito di Frascati Scienza (http://www.frascatiscienza.it/pagine/iscrizione-concorso-webspot-2013/), che provvederà a farlo circolare in rete. Saranno i fan della pagina facebook e del canale Youtube a selezionare i vincitori del concorso: i dieci spot che avranno ricevuto più ‘like’ verranno sottoposti a una giuria di ricercatori ed esperti di comunicazione, che decreterà il finalista (primo premio, un I-Pod Nano 16 GB).

Ai creativi di professione – o aspiranti tali- è invece indirizzato il secondo contest. Per loro Frascati Scienza e l’Assessorato alla Cultura della Regione Lazio bandiscono il concorso di cortometraggi “Ricerca il futuro” (http://www.frascatiscienza.it/pagine/iscrizione-concorso-corti-2013/). Dal 26 giugno al 30 agosto è possibile, per giovani e meno giovani registi di tutta Italia, inviare un proprio prodotto artistico visuale della durata massima di 15 minuti, che illustri il mondo della scienza e della ricerca. Primo premio, un corso di modellazione 3D.

Per tutte le informazioni dettagliate sul programma della Settimana della Scienza e della Notte Europea dei Ricercatori  e i regolamenti dei contest è possibile consultare il sito di Frascati Scienza www.frascatiscienza.it oppure seguire l’associazione attraverso la fan page di Facebook (https://www.facebook.com/associazionefrascatiscienza) o il profilo Twitter.

 

Il progetto è promosso dalla Commissione Europea e coordinato e realizzato da Frascati Scienza in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura della Regione Lazio, Comune di Frascati, ASI, CNR, ENEA, ESA-ESRIN, INAF, INFN, INGV, EGO/VIRGO, Università Tor Vergata, Università Roma Tre, Università LA Sapienza, Ospedale Pediatrico Bambin Gesù, Polo Museale Sapienza, Associazione Tuscolana di Astronomia (ATA), Ludis, G.Eco, Accatagliato,  Associazione Eta Carinae, Associazione Arte e Scienza. L’iniziativa si svolge sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica; ha il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri, Presidenza della Regione Lazio, Provincia di Roma, Comune di Grottaferrata, Comune di Monteporzio Catone, Parco dei Castelli Romani. Sono partners: ENI, Istituto Quasar, AsSaggi Science Bookshop, Linde, Museo Tuscolano delle Scuderie Aldobrandini e STS Multiservizi.

 

Ufficio stampa

Silverback – Greening the Communication

Paola Richard – p.richard@silverback.it – 339.8535563


Frascati Scienza – COMUNICATO STAMPA – LA CACCIA ALLA SCIENZA? INIZIA CON DUE CONTEST CREATIVI

Notte 2013,Rassegna Stampa - Pubblicato 28 giugno 2013 10:04 - Tag: , , , , ,

LA CACCIA ALLA SCIENZA? INIZIA CON DUE CONTEST CREATIVI

Danno il via all’ottava edizione della Settimana della Scienza

e della Notte Europea dei Ricercatori di Frascati Scienza

 

Frascati, venerdì 28 giugno 2013 – Tutti a caccia delle più innovative idee della scienza, assieme ai ricercatori di uno dei maggiori poli scientifici europei, quello dell’area a sud della Capitale, un territorio che ospita otto enti e università e oltre 3.000 ricercatori. Parte dal centro di Roma l’ottava edizione della Settimana della Scienza (dal 21 al 27 settembre), iniziativa organizzata dall’Associazione Frascati Scienza, insieme al Comune di Frascati, che culmina con la Notte Europea dei Ricercatori (venerdì 27 settembre), che quest’anno si svolge in contemporanea con oltre 300 Città del Vecchio Continente.

Dai ricordi dell’opera di Galileo fino alle eccellenze dei giorni nostri. Sarà una vera e propria caccia al tesoro scientifico, che si svolge nel centro della Capitale, ad aprire la Settimana della Scienza, evento di piazza che coinvolgerà alcune centinaia di persone, soprattutto giovani. Per dimostrare che la ricerca è un asset culturale, economico, sociale ma soprattutto per farla diventare viva e appassionante agli occhi dei cittadini che ogni giorno ne esplorano (consapevolmente o meno) le possibilità e ne utilizzano i risultati a livello tecnologico.

Il fulcro dell’edizione 2013 rimane senza dubbio Frascati, e l’area tuscolana, dove durante la Settimana si alterneranno caffè e aperitivi scientifici, spettacoli, improvvisazioni di ‘scienza creativa’, giochi, esperimenti in piazza e naturalmente l’apertura di tutti i laboratori dei più importanti istituti italiani, con incontri con i ricercatori e dimostrazioni scientifiche. La caccia alle idee continua tra il gioco della ‘Stelloca’ e gli ‘Science trip’, tra gli spettacoli interpretati da ricercatori e le osservazioni stellari, tra la spiegazione dei viaggi interplanetari alla Star Trek e le dimostrazioni di antropologia forense alla Bones.

A introdurre l’intera manifestazione, due iniziative inedite, dedicate ai giovani creativi. La prima, “Un webspot per la Notte”, è un contest aperto a tutti, che richiede la realizzazione di un video ironico e divertente di invito a partecipare alla Settimana della Ricerca e alla Notte dei Ricercatori, e che i partecipanti possono caricare sul sito di Frascati Scienza (http://www.frascatiscienza.it/pagine/iscrizione-concorso-webspot-2013/), che provvederà a farlo circolare in rete. Saranno i fan della pagina Facebook e del canale Youtube a selezionare i vincitori del concorso. I dieci spot che avranno ricevuto più ‘like’ saranno sottoposti a una giuria di ricercatori e di esperti di comunicazione, che decreterà il finalista. Il primo premio, un I-Pod Nano 16 GB.

Ai creativi di professione – o aspiranti tali – è invece indirizzato il secondo contest. Per loro Frascati Scienza e l’Assessorato alla Cultura della Regione Lazio bandiscono il concorso di cortometraggi “Ricerca il futuro” (http://www.frascatiscienza.it/pagine/iscrizione-concorso-corti-2013/). Dal 26 giugno al 30 agosto sarà possibile, per giovani e meno giovani registi di tutta Italia, inviare un proprio prodotto artistico visuale della durata massima di 15 minuti, che illustri il mondo della scienza e della ricerca. Primo premio, un corso di modellazione 3D.

«La Settimana della Scienza e la Notte Europea dei Ricercatori sono tra i più importanti appuntamenti italiani per la diffusione della cultura dell’innovazione», dichiara il Sindaco di Frascati Stefano Di Tommaso e l’Assessore alle Politiche Culturali Gianpaolo Senzacqua. «La presenza nel nostro territorio di tante qualificate realtà scientifiche, culturali e produttive ci permette di operare su piani diversi, incrociando beni culturali e tecnologia, tradizione e futuro. La nostra città si propone come un laboratorio di innovazione: è qui la nostra forza, ed è per questo che da otto anni l’Amministrazione Comunale e Frascati Scienza sostengono con convinzione questa manifestazione, che parla in primo luogo della qualità del territorio dal punto di vista scientifico, tecnologico, culturale e turistico».

«L’interazione tra creatività scientifica e creatività artistica è uno dei temi portanti della Notte dei Ricercatori e della Settimana della Scienza fin dalla prima edizione», spiega il presidente di Frascati Scienza, il fisico Giovanni Mazzitelli. «A volerla vedere solo dal punto di vista scientifico, non c’è ricerca di eccellenza senza creatività, motore di idee e innovatività. Inoltre, oggi le nostre energie creative più fresche, i giovani, sono nella morsa di una crisi importante, la peggiore dal dopoguerra e quindi la condivisione del nostro lavoro con i cittadini è fondamentale per donare le giuste motivazioni. Lo scopo della Notte è anche quello di rendere visibili le migliori idee e scambiarle, avvicinando ricercatori e cittadini, scienziati e creativi».

Per tutte le informazioni dettagliate sul programma della Settimana della Scienza e della Notte Europea dei Ricercatori  e i regolamenti dei contest è possibile consultare il sito di Frascati Scienza www.frascatiscienza.it oppure seguire l’associazione attraverso la fan page di Facebook (https://www.facebook.com/associazionefrascatiscienza) o il profilo Twitter.

Il progetto è promosso dalla Commissione Europea e coordinato e realizzato da Frascati Scienza in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura della Regione Lazio, Comune di Frascati, ASI, CNR, ENEA, ESA-ESRIN, INAF, INFN, INGV, EGO/VIRGO, Università Tor Vergata, Università Roma Tre, Università Sapienza, Ospedale Pediatrico Bambin Gesù, Polo Museale Sapienza, Associazione Tuscolana di Astronomia (ATA), Ludis, G.Eco, Accatagliato,  Associazione Eta Carinae, Associazione Arte e Scienza. L’iniziativa ha inoltre il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri, Provincia di Roma, Comune di Grottaferrata, Comune di Monteporzio Catone, Parco dei Castelli Romani. Sono partners: Libreria AsSaggi, Istituto Quasar e STS Multiservizi.

Ufficio stampa

Silverback – Greening the Communication

Chiara Medini – c.medini@silverback.it – 339.8535563

 

 

 


Notte europea dei Ricercatori 2012: l’eccellenza scientifica italiana tutta in una notte

Notte 2012,Rassegna Stampa - Pubblicato 27 settembre 2012 22:10 - Tag: , , , ,

All’esplorazione del polo della ricerca più grande d’Europa, per scoprire in diretta come è fatto il proprio DNA, per entrare nel laboratori dove la rete europea della ricerca sta mettendo alla luce i segreti della vita. Oppure per ascoltare ricercatori e sacerdoti ‘scienziati’ discutere dell’origine della materia, del bosone di Higgs e della coesistenza (possibile o impossibile?) di religione e scienza nelle teorie sulla nascita dell’universo. E’ un ‘menu’ che come al solito mescola temi leggeri e alti della ricerca, quello che viene proposto nella Notte Europea dei Ricercatori, domani venerdì 28 settembre, dall’Associazione Frascati Scienza nel grande campus scientifico che sorge a sud della capitale e che che comprende, oltre ai ai laboratori dei maggiori enti di ricerca italiani (ASI, CNR, ENEA, ESA-ESRIN, INAF, INFN, INGV, EGO/VIRGO) anche le tre università romane (Sapienza, Tor Vergata e Roma Tre).

In questa settima edizione della Notte Europea dei Ricercatori, tra l’altro, si rafforza il rapporto tra il polo di Frascati e i tanti ambiti della scienza della capitale: l’Orto Botanico diventerà uno dei centri di attrazione per chi desidera scoprire il patrimonio  vegetale di Roma e la sua storia; il Bambin Gesù, l’ospedale dei più piccoli che può vantare eccellenze a livello mondiale, apre le porte delle sezioni della ricerca biomedica;  il polo museale della Sapienza si lascia coinvolgere nel grande e serio gioco dela divulgazione.

Protagonisti della Notte, nelle sue numerose iniziative, saranno i ricercatori, la loro capacità di comunicare con il pubblico e di ‘farsi scoprire’. «Aprire le porte della ricerca scientifica e tecnologica, coinvolgere la società nel processo della scienza è una scommessa centrale del nostro futuro», dice Giovanni Mazzitelli, presidente dell’Associazione Frascati Scienza. «In questo momento di difficoltà per il nostro paese e per l’Europa in generale, investire e puntare sulla ricerca e sulla divulgazione scientifica rappresenta un punto di partenza dal quale iniziare un processo di innovazione e di rinnovamento generale. La sfida dell’uscita dalla crisi si vince puntando sull’eccellenza e non giocando al ribasso: per far bene all’Italia servono ricerca, formazione, valorizzazione delle nostre competenze. Risorse che già esistono e che devono venire sviluppate. E che facciamo vedere, toccare, provare con mano in grandi occasioni come quella della Notte dei Ricercatori».

Le proposte e gli appuntamenti della Notte, evento culmine della Settimana della Scienza che si svolge tra Frascati e Roma dal 24 al 29 settembre, sono quindi momenti di divulgazione scientifica rivolti a tutti. Bambini, ragazzi e adulti coinvolti in esperimenti dal vivo: esplorazione del proprio DNA in diretta, spettacoli divulgativi e divertenti, laboratori degli istituti di ricerca di Frascati e sedi universitarie di Roma aperti al pubblico con ingresso su prenotazione.

Per ulteriori informazioni: Paola Richard
Silverback‐ Greening the Communication
p.richard@silverback.it


Notte Europea dei Ricercatori 2012: dal bosone ai viaggi planetari fino alla chimica che ci circonda

Notte 2012,Rassegna Stampa - Pubblicato 25 settembre 2012 13:05 - Tag: , , , ,

Osservare dal vivo il DNA molecola della vita, viaggiare attraverso le galassie dell’Universo, tornare quindi nella stessa sera con i piedi per terra, per capire come ogni giorno siamo immersi e utilizziamo la chimica degli elementi.

E non solo. Approfondire il quadro 17 delle particelle elementari che compongono la materia, in un dialogo tra fisica e metafisica: “Dio e il Bosone di Higgs a colloquio”. Un incontro con Fernando Ferroni presidente dell’INFN, Luciano Maiani che ha diretto il CERN dal 1999 al 2003 e Monsignor Fiorenzo Facchini. Torna la Notte Europea dei Ricercatori, quest’anno organizzata a Roma e Frascati, con ospiti d’eccezione non solo dal mondo della ricerca italiana.

Comici e attori reinterpretano la scienza e la scoprono insieme al pubblico, creando situazioni divertenti, per intrattenersi con le più innovative scoperte dei ricercatori italiani. La ricerca è per una Notte alla portata di tutti.

La lunga notte europea dedicata al lavoro degli scienziati italiani è organizzata dall’Associazione Frascati Scienza, che raggruppa i principali Istituti, Enti e Università laziali (ASI, CNR, ENEA, ESA-ESRIN, INAF, INFN, INGV, EGO/VIRGO, Università Tor Vergata, Università Roma Tre, Università Sapienza, Ospedale Pediatrico Bambin Gesù, Polo Museale Sapienza, Associazione Tuscolana di Astronomia – ATA).

La giornata parte dal mattino del 28 settembre, con la conferenza dell’astronauta Paolo Nespoli dedicata alle scuole. L’italiano con il record di ore trascorse nello spazio racconterà agli studenti le sue avventure “a spasso” tra le stelle.
Un tuffo nella chimica della vita quotidiana con l’associazione Ludis, sorprenderà il pubblico con intriganti esperimenti dal vivo. E dalla chimica si passa alle più grandi scoperte della scienza: la molecola di DNA vista da vicino. Esibizioni di giovani laureati coinvolgeranno tutti con “Hands on experiments”.
Per il pomeriggio una “Crociera Planetaria” traghetterà il pubblico presente dalla Terra sino ai confini del Sistema Solare e oltre. Ammirare da vicino i pianeti e scoprirne i segreti più nascosti diventa un’avventura da vivere in prima persona e alla portata di tutti.
Avviandosi verso il clou della Notte Europea dei Ricercatori, niente di meglio che rilassarsi con un aperitivo scientifico per conoscere meglio i ricercatori e le loro esperienze professionali e di vita. Gran finale della serata: l’atteso appuntamento comico-scientifico con “CO2Idee”, spettacolo condotto da Paola Minaccioni e da un chimico dell’associazione Ludis, che intratterrà in pubblico attraverso esperimenti interattivi e sfide scientifiche tra gli intervenuti. E “Non è mai troppo Darwin” di Angelo Loy, viaggio inusuale e divertente alla scoperta dell’evoluzione.
Durante tutta la giornata laboratori degli istituti di ricerca di Frascati e sedi universitarie di Roma aperti al pubblico con ingresso su prenotazione.

Ulteriori informazioni sul programma si trovano sul sito di Frascati Scienza.

SCARICA IL PROGRAMMA DELLA NOTTE IN FORMATO PDF

Sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, il progetto è promosso dalla Commissione Europea e coordinato e realizzato da Frascati Scienza in collaborazione con Comune di Frascati, FILAS, ASI, CNR, ENEA, ESA-ESRIN, INAF, INFN, INGV, EGO/VIRGO, Università Tor Vergata, Università Roma Tre, Università Sapienza, Ospedale Pediatrico Bambin Gesù, Polo Museale Sapienza, Associazione Tuscolana di Astronomia (ATA), Ludis, G.Eco, Accatagliato,  Associazione Eta Carinae, McQuadro, Roma Doc Scient Festival, Associazione Arte e Scienza. L’iniziativa ha inoltre il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri, Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Regione Lazio – Assessorato alla Cultura Arte e Sport, Provincia di Roma, Comune di Roma – Assessorato alla Cultura, Comune di Grottaferrata, Comune di Monteporzio Catone, Parco dei Castelli Romani. Sono partners: Eni, Libreria Cavour, Libreria AsSaggi, Linde, STS Multiservizi.


Un aperitivo scientifico per conoscere la prossima Notte dei Ricercatori

Notte 2012,Rassegna Stampa - Pubblicato 18 settembre 2012 18:52 - Tag: , , , , , , , ,

21 settembre, ore 19.30 Libreria AsSaggi – Via degli Etruschi 4, Roma

Bosone di Higgs, produzione innovativa di energia, fisica delle particelle, dinamica dei terremoti, osservazione planetaria. La 7ma edizione della Settimana della Scienza e Notte Europea dei Ricercatori, organizzata dall’Associazione Frascati Scienza, riparte il 24 settembre a Frascati. A presentare i molti appuntamenti di divulgazione scientifica e spettacoli, che quest’anno si terranno anche a Roma, sarà il Presidente di Frascati Scienza e fisico INFN Giovanni Mazzitelli, durante un aperitivo informale.

L’iniziativa di venerdì 21 settembre 2012 presso la Libreria AsSaggi di Roma, in via degli Etruschi 4 a San Lorenzo, è offerta dall’organizzazione.

Organizzato da Associazione Frascati Scienza con la collaborazione di Libreria AsSaggi e Silverback – Greening the Communication.

Sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, il progetto è promosso dalla Commissione Europea e coordinato e realizzato da Frascati Scienza in collaborazione con Comune di Frascati, FILAS, ASI, CNR, ENEA, ESA-ESRIN, INAF, INFN, INGV, EGO/VIRGO, Università Tor Vergata, Università Roma Tre, Università Sapienza, Ospedale Pediatrico Bambin Gesù, Polo Museale Sapienza, Associazione Tuscolana di Astronomia (ATA), Ludis, G.Eco, Accatagliato, Associazione Eta Carinae, McQuadro, Roma Doc Scient Festival, Associazione Arte e Scienza. L’iniziativa ha inoltre il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri, Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Regione Lazio – Assessorato alla Cultura Arte e Sport, Provincia di Roma, Comune di Roma – Assessorato alla Cultura, Comune di Grottaferrata, Comune di Monteporzio Catone, Parco dei Castelli Romani. Sono partners: Eni, Libreria Cavour, Libreria AsSaggi, Linde, STS Multiservizi


Older Posts »
Webmaster: Dael Maselli