Intervista a Silvia Martellotti

Silvia Martellotti è una giovanissima assegnista di ricerca presso i Laboratori Nazionali di Frascati dell’Istituto di Fisica Nucleare. Il suo campo di studi è la fisica sperimentale delle particelle elementari, ambito che, grazie al suo dottorato, l’ha già portata a fare esperienza a Stanford.

Oggi fa parte del team di ricerca impegnato su NA62. Si tratta di un progetto che si svolge nella North Area (da qui il nome) del CERN. L’esperimento NA62 è finalizzato a trovare un decadimento particolarmente raro di una particella chiamata kaone. Secondo il modello standard, l’impianto teorico principale della fisica delle particelle, solo una volta su 10 miliardi, il kaone decade – semplificando potremmo dire “muore e si trasforma” – in altre particelle che sono un pione positivo un neutrino e un antineutrino. Trovare una frequenza maggiore di questo decadimento significa che – spiega Silvia – “saremmo in presenza di una fisica differente”. Uno stimolo all’elaborazione di nuove teorie.

Della ricerca ci dice: “È uno stimolo costante alla propria curiosità. Ogni volta si affronta un problema differente e per questo è quanto di più lontano dalla noia si possa immaginare

Condividi:
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Twitter
  • Digg
  • Sphinn
  • Mixx
  • LinkedIn
  • MSN Reporter
  • MySpace
  • RSS
  • Technorati
  • Yahoo! Bookmarks
  • Print

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione ne consentirai l'utilizzo maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi