Arriva la Notte Europea dei Ricercatori BEES 2019

27 settembre: ‘Scienza chiama Climatestrikers’

Si avvicina il momento della più grande festa della scienza d’Europa e anche quest’anno l’Italia risponde da protagonista. Saranno centinaia gli eventi, distribuiti tra oltre 30 città italiane, in programma nel progetto BEES (BE a citizEn Scientist) di Frascati Scienza.

SCIENZA E CLIMA.

Venerdi 27 settembre è Notte Europea dei Ricercatori e anche data del terzo sciopero globale degli studenti per il clima, un evento di grande rilevanza nazionale e internazionale, come sottolineato anche dal ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca Lorenzo Fioramonti che ha invitato scuole e studenti all’approfondimento scientifico sulle problematiche climatiche e che proprio per il 27 ha inviato una circolare per chiedere alle scuole di giustificare le assenze scolastiche in caso di adesione alle iniziative per il clima. ‘Cittadini e politici devono ascoltare la scienza’, ha detto il ministro. ‘Mi auguro che il 27 settembre, lo stesso giorno dello sciopero degli studenti sul clima, si ascolti la scienza’. E la scienza targata BEES chiama cittadini e climate strikers: la mattina del 27, alle 9.00, dalla piazza del Mercato di Frascatifisici, biologi, osservatori della Terra di Rhea Group incontrano il pubblico e si collegano con la grande piazza romana invasa dagli studenti in sciopero

Nel programma di BEES, il 27 come anche durante la Settimana della Scienza, una variegata sezione di attività dedicate a clima e ambiente. Osservazione della Terra alla sede Esa, ma si parla anche di emergenza Amazzonia: Frascati Scienza e Quintaprima mettono in scena lo spettacolo il giaguaro e lo sciamano. La Storia della plastica in 6 oggetti e 12 meme, con Associazione G.Eco Associazione Giovani per l’Unesco, svela i retroscena del materiale più dibattuto del momento. Al Bioeconomy Village di Unitelma Sapienza e FVA New Media Research si indaga sugli effetti delle scelte consapevoli dei consumatori, mentre di bioeconomia dei pescatori si parla a Il mondo marino, e in compagnia degli operatori Inspire si farà un Ecotrekking al monte Tuscolo.

La sede Esrin dell’Agenzia Spaziale Europea ospiterà  sessioni divulgative con scienziati, simulatori Apollo, laboratori scientifici per piccoli, e ambitissime visite al Centro interattivo dell’Osservazione della Terra, per avere un assaggio di quei dati importantissimi per le scienze del clima che l’Esa fornisce a tutto il mondo, e tanto altro. 

OGNI SCIENZA.

Scienze di ogni tipo e per ogni gusto, in scena alla 14°edizione della Notte Europea dei Ricercatori coordinata da Frascati Scienza, dalla matematica all’astrofisica, dalle nanoparticelle ai robot, passando dalla biologia come dalle tecnologie per l’archeologia, per i beni culturali, e per l’antropologia, come una sorta di CSI per le analisi del passato, traversando varie branche della medicina, senza tralasciare l’irrinunciabile climatologia, la statistica e l’astronomia, la chimica e la fisica, l’intelligenza artificiale, le tecnologie per il volo e persino quelle per intercettare le banconote false. Scienze intersecate, interconnesse, l’una intrecciata all’altra e spiegate, raccontate, fatte vivere personalmente dal pubblico, protagonista assoluto di questa edizione. Il tema portante di quest’anno infatti è la citizen science, ossia la scienza che nasce dalla collaborazione tra il mondo della ricerca e i cittadini. Il nome stesso della manifestazione 2019, BEES, prende spunto dal mondo delle api e vuole sottolineare come la scienza, in particolare  attraverso la collaborazione tra ricercatori e cittadini, sia un prezioso bene comune. 

La Notte Europea dei Ricercatori in programma il 27 settembre è un evento promosso dalla Commissione Europea nell’ambito delle azioni Marie Sklodowska-Curie, nato con l’obiettivo di avvicinare i giovani al mondo della ricerca e che si è ormai consolidato come uno dei più importanti eventi di divulgazione al mondo. Per l’occasione anche Psycode agenzia multimediale creatrice di fanpage di Facebook con visualizzazioni da record ha collaborato con Frascati Scienza per la realizzazione di un video che spiega come riprodurre 4 esperimenti scientifici in casa.

HIGHLIGHTS

Come sempre il ‘menù’ della Notte è molto ricco e variegato. Troppo vasto per trovare spazio in poche righe, per cui ecco qui di seguito alcuni dei piatti forti: l’antipasto di BEES sarà servito giovedì 26 settembre nell’Aula Magna dell’Università degli Studi di Roma Tre (che organizza decine di eventi anche durante la settimana della scienza) dall’astrofisico e divulgatore scientifico Luca Perri con la sua conferenza spettacolo ‘La fisica di Interstellar’ in cui racconterà cosa c’è di scientifico in ciò che vediamo al cinema.

Tra i piatti in primo piano del venerdì 27 settembre, c’è James Gillies, autore del libro ‘Il CERN e il Bosone di Higgs La ricerca dei mattoni fondamentali della realtà’, in compagnia di Paola Catapano, giornalista scientifica e del gruppo di educazione e comunicazione del CERN: star delle particelle fondamentali, il Bosone di Higgs ha catapultato il CERN sotto i riflettori mondiali. Ma che cos’è, e perché è importante il CERN?

Sempre a Frascati, nel clou della serata, saranno servite le Donne spaziali’Licia Troisi, la più famosa scrittrice fantasy italiana, divulgatrice e astrofisica, Viviana Fafone, professoressa di Fisica e coordinatore del gruppo Virgo dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata, saranno sul palco insieme nientemeno che a Eddie Settembrini e Davide Paolino della redazione di Lercio.it i quali contribuiranno all’insolito ‘spettacolo’ che raccoglierà storie di scienziate e ricercatrici che hanno segnato la storia dell’esplorazione dello spazio, dalle missioni Apollo ai buchi neri, con notizie irriverenti e domande divertenti. 

A completare in cartellone c’è anche Barbara Gallavotti, giornalista e autrice di Superquark e Ulisse, che sabato 28 racconta invece la lotta tra gli esseri umani e i patogeni, presentando il suo libro, ‘Le Grandi Epidemie, come difendersi. Tutto quello che dovreste sapere sui microbi’. Più delle guerre e immensamente più dei grandi predatori, i minuscoli agenti infettivi, invisibili a occhio nudo, hanno seminato infatti la morte fra gli esseri umani.

Qui per vedere il programma completo – Qui quello dedicato alle scuole – Gli eventi sono su prenotazione.

Il video dell’evento di lancio – 21 settembre

Tantissimi gli appuntamenti organizzati dall’Istituto Superiore di Sanità, già durante la settimana, per tutte le età. Nel corso della serata del 27 sarà presentato il lavoro fatto negli ultimi mesi dal Registro gemelli, ci saranno incontri per conoscere il rischio di eventuali attacchi informatici ai sistemi che contengono i dati sanitari, aumentare la consapevolezza sul tema delle disuguaglianze, i rischi dovuti dalle radiazioni invisibili nelle nostre case, imparare a giocare con i geni e con i neuroni, il tutto allietato da un angolo musicale.  

I ricercatori dell’Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro si confronteranno con il pubblico in molti eventi in programma sia nelle sedi di Roma che di Matera, mentre quelli dell’Istituto Nazionale Per Le Malattie Infettive L. Spallanzani, tra le tante altre cose, permetteranno al pubblico di provare dal vivo una simulazione di trasporto e ricovero di pazienti ad altissimo rischio, come nel film Virus Letale.

FRASCATI.

Frascati, alle porte di Roma, dove si concentra un grande numero di enti di ricerca del nostro paese, moltissimi eventi in programma. A dare una mano a districarsi nel fitto cartellone di iniziative BEES ci saranno decine di volontari di Frascati Scienza e anche la nuova app ‘Memoriae Zero‘, che ha riempito il territorio di Frascati con tantissime informazioni digitali che aiuteranno il pubblico nella scoperta dei luoghi del programma #BEES. Ferrovie dello Stato invece offrirà gadget in premio a chi deciderà di arrivare in treno: venti minuti da Roma Termini all’insegna del risparmio di CO2 (e della ricerca di parcheggio).

Alla citizen science è dedicato Be a data scientist, il progetto a quattro mani di Giornalisti Nell’Erba e Frascati Scienza che indaga su come e dove si informano i giovani e i giovanissimi (sabato 28). Per gli amanti di tecnologie, imperdibili le attività organizzate da Banca d’Italia, mentre con Moveo Walks si sperimentano le avanguardie della locomozione robotica (insomma Iron Man in medicina). Con MindSharing.tech e CoderDojo Roma SPQR e il supporto di Logica Informatica srl ecco i Robots, mentre con Giuliano Coppotelli dell’Università Sapienza di Roma e Arte e Scienza ecco le novità su piloti in remoto e futuro dei droni.

Animali che si trasformano, animali anche da favola da conoscere durante BEES. Le formiche sono protagoniste di un’avvincente escape room ideata da K-production, i Faunamon, invece, sono specialisti della metamorfosi e protagonisti del gioco proposto da G.Eco

A raccontare le potenzialità della nuova astronomia multimessaggera alcuni ricercatori dell’università di Tor Vergata, mentre al tema della Vita nell’universo sono dedicati appuntamenti alla Biblioteca di Frascati. Sempre a Frascati, la premiazione del Premio Livio Gratton alla miglior tesi di dottorato in astronomia o astrofisica.

Celebrato il contributo di alcuni grandi geni come Leonardo da Vinci, a cui è dedicata la mostra Se fossi Leonardo organizzata dall’Istituto Superiore di Sanità, o come Isaac Newton, il cui talento scientifico è al centro del laboratorio Il fisico eterno, di ScienzaImpresa. Un grande della letteratura ma allo stesso tempo chimico fu Primo Levi a cui Arte e Scienza ha voluto dedicare l’incontro La tavola periodica degli elementi.

Alla Luna sono dedicati Così lontana, così vicina, di Speak Science, il laboratorio didattico Gira la Luna di B:Kind| Science & Co (sabato 28), gli eventi di osservazione organizzati dall‘Unione Astrofili Italiani e, con Arte e Scienza, la serata sulla Luna 50 anni dopo. Viaggio nel Cosmo 3D invece sabato 28 insieme ad Astronomitaly.

Per non cadere nelle trappole delle fake news che circolano sul consumo delle carni arriva il BBQuiz di Giornalisti Nell’Erba, mentre con i ricercatori di ToScience e AIRC si imparerà a districarsi tra le bufale del web e scoprire con Cambia-mente se davvero le diete alcaline possano curare il cancro o se i deodoranti siano davvero pericolosi per la salute. Chi invece vuol passare la Notte a stomaco pieno può fare un salto a Paesaggi di gusto, un cooking show con ricercatori, chef, gelatieri e produttori vinicoli che vi guideranno in un viaggio scientifico-gastronomico senza eguali.

Il ricercatore umanistico, spesso delegittimato rispetto ad altri, ha sempre avuto un ruolo importante, come si dice all’evento dell’Università Tor Vergata. Scienza vuol dire anche storia, arte, antropologia e archeologia, tantissimi modi diversi e appassionanti di capire il passato, dall’analisi di reperti archeologici  con GEA Scarl, alla storia vista con occhi nuovi, dal divertente Coco, lo scheletro loco, al viaggio tra i miti e i fiori, a quello nella realtà virtuale dei musei e dell’arte e il tour al mercato degli antichi romani. A proposito di merci, dietro ognuna c’è una storia: a raccontarcela sono i ricercatori dell’università Sapienza di Roma. Negli spazi delle mura del Valadier torna infine anche lo spettacolare Surgery Theatre realizzato dall’Associazione infermieri di sala operatoria. 

Alla Notte Europea dei Ricercatori 2019 la scienza può essere sperimentata da tutti nel quotidiano. Possiamo scoprire come insieme a Scienza Divertente Roma e i suoi esperimenti in cargo bike, il sapone e l’acqua frizzante, con le reazioni chimiche di Ludis, con l’imperdibile Dungeons & dragons, con la Fisica della vita quotidiana si Scienzimpresa, e con la luce, insieme all’Università Tor Vergata.  

BEES è ovunque.

Stelle ad  Anzi (PZ) per la notte con i telescopi dell’Unione Astrofili Italiani puntati verso Saturno e i suoi anelli e un incontro divulgativo dedicato ai successi della missione Cassini, mentre a Potenza, tra l’altro, installazioni a tema sviluppate da PariMpari Onlus riferite al genio di Leonardo da Vinci e altri grandi artisti del passato come Andrea Pozzo e Hans Holbein. In Puglia, a Modugno (BA), nel Parco Naturale Regionale Lama Balice, si passa la notte con Multiversi – Divulgazione scientifica e il naso all’insù guardando il cielo stellato con telescopi e un planetario, mentre a Santeramo in Colle (BA) va in scena un duetto, tra un musicista e un divulgatore, per rileggere come le scoperte abbiano permesso all’intera umanità di cambiare prospettiva e lanciarsi verso nuove sfide.

A Pompei (NA) il Laboratorio di Ricerche Applicate del Parco Archeologico aprirà le sue porte: archeologi e specialisti mostreranno alcuni dei reperti unici di Pompei (antropologici, zoologici, botanici, mineralogici e tessuti), raccontando frammenti della storia eccezionale della città romana. 

Ad Ariccia (RM) è in programma con l’Ufficio Statistica e Censimento Comune di Ariccia la presentazione dei risultati del concorso fotografico ‘le api nel loro ambiente’, e un viaggio tra i Pianeti in una stanza, organizzato con l’associazione Speak Science, un appuntamento con la statistica Istat, e altro ancora. A Cassino (FR) varie attività organizzate dall’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale per capire liquefazione sismica, terremoti e segreti delle strutture antisismiche, mentre nel Castello di Gaeta (LT) laboratori didattici per giovanissimi, Il giardino delle rotelle mancanti sulle capacità dell’uomo di influenzare il destino delle altre specie del pianeta, seminari sulle moderne tecnologie per l’archeologia e ricerca ambientale a vele spiegate con la Signora del Vento. A Guarcino (FR) con UAI nel piazzale dell’Osservatorio Astronomico di Campo Catino, notte dedicata alla volta celeste, mentre a Frosinone laboratori didattici ed esperimenti per i più piccoli e incontri su alcuni principi d’impresa, come qualità e creatività. Scienza animata è a Cave con Matita entertainment. A Latina, poi, una mostra d’Arte e Scienza ideata dal Museo della Terra Pontina di Latina sui problemi legati alla malaria e un incontro sulla cristallizzazione dell’acido citrico, mentre a Rocca di Papa (RM) un incontro dedicato ai risultati della ricerca sull’universo con l’Associazione Tuscolana di Astronomia, e a Segni (RM) laboratori didattici del Gruppo Astrofili Monti Lepini per scoprire i gas e le loro proprietà.

Sempre nella capitale, laboratori didattici rivolti ai bambini per scoprire il mondo dell’economia e della finanza ideato da Explora, il Museo dei Bambini di Roma e Università degli Studi di Roma Unitelma Sapienza. E ancora un seminario sullo stato dell’arte sulla formazione specialistica per le sale operatorie con i ricercatori di IFO- Istituto nazionale tumori Regina Elena e Istituto dermatologico San Gallicano in collaborazione con AICO. All’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù  ampio programma di eventi tra cui visite interattive ai laboratori di ricerca, all’Università Campus Bio Medico si sperimenta la chimica, mentre all’università degli studi di Tor Vergata si viaggia nel tempo fino alla protostoria in compagnia di un gruppo di archeologi. All’orto botanico, serata con visita del giardino e cinema all’aperto. Tantissime iniziative all’Università degli Studi Roma Tre con passeggiate all’aperto tra i reperti del Circo Massimo, lungo le sponde del Tevere e tra le suggestive strade del quartiere Garbatella, ma anche osservazioni al telescopio con Speak Science, tante attività per bambini o conferenze su vari temi della fisica delle particelle fino alla recente scoperta di acqua liquida su Marte. La sede LUMSA di Roma propone un ‘Viaggio nella ricerca: domande, passioni e strumenti della ricerca in campo sociale, economico e linguistico’. La Fondazione E. Amaldi, invece, nella sede dell’Agenzia Spaziale Italiana, conduce il pubblico in un percorso sulla ricerca nel settore spazio e sul trasferimento tecnologico.

In Sardegna, a Sassari la Scienza è di tutti: l’Università degli studi di Sassari ne parla in caffetterie, birrerie e enoteche, anche con talk dedicati alla sostenibilità, laboratori didattici ed exhibit con esperimenti per pubblico di ogni età; Cagliari (Quartucciu) accoglie il Surgery Theater ideato dall’Associazione Infermieri di Camera Operatoria per svelare al pubblico tutto quel che avviene nelle sale operatorie: il Surgery Theater è anche a Frascati. A Carbonia, numerose le attività per le scuole a cura di Sotacarbo. Balzando poi in Sicilia, a Scicli (RG), in compagnia dell’Unione Astrofili Italiani si vola lungo la Via Lattea, con una serie di attività per tutti, piccoli e grandi. A Palermo, attività per le Scuole organizzate da LUMSA che hanno come tema dominante ‘L’amor che move il sole e l’altre stelle’.

In Toscana, a Piombino (LI), va in scena un tour di 100.000 anni luce che porta i partecipanti in un viaggio attraverso il tempo e lo spazio dai pianeti giganti del Sistema solare ai confini della Via Lattea, mentre a Sovicille (SI) si va alla ricerca della vita aliena, con proiezioni, racconti e osservazioni al telescopio di alcuni dei più interessanti oggetti del nostro Sistema Solare. 

Più a nord, a Brisighella (RA) in Emilia Romagna, una fantastica notte in compagnia delle stelle fino agli estremi confini del Sistema Solare e con tutti i trucchi per imparare a orientarsi con le stelle riconoscendo le costellazioni. A Forlimpopoli (FC) invece sabato un incontro dedicato alle tecnologie per il volo e la possibilità di provare a pilotare dei droni a cura di AGET. In Piemonte, gli alunni delle primarie e secondarie dell’Istituto Comprensivo di Villanova d’Asti (Asti) presentano giochi e laboratori per spiegare fenomeni scientifici.

Condividi:
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us
  • Twitter
  • Digg
  • Sphinn
  • Mixx
  • LinkedIn
  • MSN Reporter
  • MySpace
  • RSS
  • Technorati
  • Yahoo! Bookmarks
  • Print

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione ne consentirai l'utilizzo maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi